Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Roma approva la centrale unica per gli appalti, il regolamento è subito operativo

L'assessore alla Legalità, Alfonso Sabella, aveva detto che avrebbe portato in giunta il regolamento sulla stazione unica appalti. E così è stato. La giunta capitolina ha varato la delibera per l'istituzione della "Centrale unica dei lavori pubblici" . «Si tratta – ha spiegato Sabella , di «un'anticipazione della Centrale unica di committenza prevista nel regolamento dei contratti di Roma Capitale la cui bozza sarà portata all'attenzione della Giunta Capitolina la prossima settimana».

«Le nuove regole sono subito operative per i municipi – spiega Sabella – ma è stato deciso considerare questa applicazione come una fase sperimentale, per raccogliere le eventuali proposte di integrazione e modifica che saranno avanzate dalle strutture amministrative interessate, dalle parti sociali, dalle imprese e, in genere, dai cittadini che potranno preventivamente esaminarne il testo direttamente dal sito istituzionale del Comune».

Le norme, aggiunge Sabella, saranno immediatamente cogenti per i municipi. «I municipi – precisa l'assessore – potranno continuare a decidere gli investimenti, ma non faranno più gli appalti; a questo penserà la centrale unica». Centrale unica che è incardinata presso il segretariato generale del comune.

Sabella riferisce di essersi ispirato all'esempio di New York. «La stesura finale del provvedimento – aggiunge infatti l'assessore alla Legalità – è stato il frutto anche di diversi incontri con lo staff di Bloomberg Associates, che ha sperimentato con successo la centralizzazione delle procedure di gara a New York, nasce sulla falsariga e con lo spirito con cui è stata già istituita la Centrale Unica degli Acquisti».

In questa fase la centrale unica «sarà circoscritta all'esecuzione di lavori di manutenzione ordinaria, sorveglianza e pronto intervento delle strade di Roma Capitale e alla manutenzione ordinaria di edifici di proprietà di Roma Capitale ad eccezione di quelli adibiti ad Edilizia Residenziale Pubblica. Successivamente, sulla base degli esiti della prima fase di sperimentazione anche prima dell'approvazione del Regolamento dei contratti, potrà essere ampliato il perimetro della Centrale Unica ad ulteriori tipologie di lavori».

I compiti del dipartimento Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana, nell'ambito delle funzioni svolte in qualità di "Centrale unica lavori pubblici" provvederà ai seguenti servizi: acquisire i fabbisogni da parte delle strutture territoriali; predisporre tutti gli atti propedeutici alla svolgimento della gara; inoltrare gli atti di gara al Segretariato generale – direzione appalti e contratti – che provvederà all'espletamento della gara; svolgere le verifiche sul possesso dei requisiti; adottare la determinazione di aggiudicazione definitiva e stipulare, per ciascun lotto funzionale, il contratto relativo all'accordo quadro; svolgere un'attività di supervisione e controllo nei confronti delle strutture di Roma Capitale, anche attraverso controlli a campione.

Restano per ora fuori dalla centrale unica le gare per la manutenzione ordinaria del verde, in attesa della razionalizzazione della domanda.