Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Piano porti Delrio/Giachino è una buona base di partenza

Il Piano dei porti e della logistica Delirio porta a sintesi tutto il grande lavoro di studio messo in piedi dalla Consulta dei trasporti e della logistica, che ho avuto l'onore di presiedere e che improvvidamente venne sciolta dal Governo Monti. Così l'ex Sottosegretario ai trasporti del Governo Berlusconi, Mino Giachino, al termine di un cordiale incontro con il Ministro Delrio.

Giachino ha ringraziato il Ministro che in audizione al Senato ha definito il Piano approvato dalla Consulta come un ottimo lavoro. Le idee forti del Piano, cui avevamo lavorato coinvolgendo in molti incontri tutto il mondo dei trasporti, sulla importanza dei porti e della logistica come motori di crescita del Paese che vuole uscire dalla più grave crisi economica degli ultimi cento anni, sono state riprese.

Così il metodo delle 10 scelte e delle Azioni da portare avanti riprendono il lavoro di ascolto che il Comitato scientifico presieduto dal Prof. Rocco Giordano aveva redatto sentendo il mondo della logistica. Delrio raccoglie ovviamente e aggiorna i dati anche alla luce del lavoro fatto da Maurizio Lupi.

Il Piano afferma Giachino è una buona base di partenza che il dibattito parlamentare e il contributo degli operatori potrà arricchire, dandogli maggiore incisività e scelte stringenti da compiere nei prossimi mesi per dare al mercato mondiale dei trasporti il segnale che l'Italia vuole diventare un approdo conveniente e strategico per gli operatori mondiali e per l'Europa.

L'Italia diventerà finalmente la porta logistica dell'Europa dal Mediterraneo se sarà alla testa della realizzazione dei 4 Corridoi di trasporto europei e con la riforma dei porti e della logistica in discussione al Senato.

Importante lo sportello dei controlli nei porti col coordinamento delle Dogane, così la accelerazione dei dragaggi ma altrettanto importante la de fiscalizzazione per chi porta i traffici e per chi vende franco destino, misura base di una nuova politica industriale dell'autotrasporto e della logistica italiana. Sempre più, infatti, i porti sono i luoghi dove si decide la logistica.

Da questo punto di vista la implementazione della piattaforma telematica Uirnet potrà rappresentare a breve uno strumento importante di competitività. Nel corso dell'incontro il responsabile nazionale trasporti di Forza Italia ha sottolineato al Ministro Delrio l'importanza del tavolo MIT-NTV -Trenitalia sulla questione dei pendolari dell'AV e la necessità di procedere ad una revisione delle tariffe delle revisioni.