Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

In Gazzetta Ufficiale il Decreto Mille proroghe, ancora un anno pagamento anticipato al 10%

Arriva l'attesa conferma, per un anno, del pagamento anticipato al 10% per gli appalti pubblici di lavori, e il rinvio di un anno per l'applicazione delle sanzioni per il Sistri, che dunque resta nel regime "depotenziato" attuale. 

Confermato lo slittamento di qualche mese dei termini di appaltabilità e cantierabilità previsti dal pacchetto infrastrutture dello Sblocca-Italia (articolo 3 comma 2 lettere a e b).

In materia di investimenti aeroportuali, confermata anche la proroga (ma di 170 e non 180 giorni) del termine dello Sblocca Italia per la ratifica con Dm Infrastrutture-Economia dei contratti di programma gestori-Enac relativi agli aeroporti di interesse nazionale.

In materia di appalti pubblici, mini-proroga dal 31 dicembre 2014 al 30 giugno 2015 della possibilità, per le gare a contraente generale, di utilizzare per la dimostrazione dell'adeguata idoneità tecnica e organizzativa, l'attestazione SOA in luogo della presentazione dei certificati di esecuzione dei lavori.

Slittano di sei mesi i termini previsti dall'articolo 5 dello Sblocca Italia per le procedure di (eventuale) modifica delle concessioni autostradali vigenti ai fini di mini-proroghe della durata a fronte di più investimenti o rallentamento del piano di incrementi tariffari (entro il 30 giugno le proposte delle società, entro il 31 dicembre la stipula dell'atto aggiuntivo).

Mini-proroga anche nei termini per aggiudicazioni, affidamento dei lavori e trasferimento dei fondi di edilizia scolastica finanziati dal Dl del Fare (Dl 69/2013).

In materia di opere anti-dissesto idrogeologico, mini-proroga dal 31 dicembre al 28 febbraio 2015 della scadenza per pubblicazione bando di gara (o affidamento lavori) fissata dalla legge di stabilità 2014 per i piani finanziati negli anni scorsi e ancora bloccati (in tutto circa 1,3 miliardi di euro per questa tranche).