Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

L’innovazione tecnologica: la Direttiva europea 2004/54/CE

Trascorsi dieci anni dall’emissione, considerazioni per il conseguimento degli obiettivi della Direttiva europea relativa ai requisiti minimi di sicurezza per le gallerie della rete stradale transeuropea

L’innovazione tecnologica: la Direttiva europea 2004/54/CE

Con particolare riferimento alla situazione italiana, ad oggi risulta che solo il 20% delle gallerie è completamente adeguato. Lo studio europeo evidenzia inoltre come alcune misure di sicurezza, che spesso hanno un impatto tutt’altro che trascurabile sui costi delle opere di adeguamento, siano (o siano avvertite) obsolete, come nel caso delle postazioni di comunicazione fissa (SOS), ritenute da molti superate dalla diffusione dei dispositivi di telefonia mobile. I benefici generati dall’applicazione della Norma non sono ben quantificabili. Se non è possibile identificare il beneficio indotto nell’azione preventiva degli incidenti, viene ritenuto comunque un fatto certo che l’adozione dei requisiti minimi della Norma abbia migliorato la capacità di rilevamento degli eventi incidentali in galleria e di attivazione dei soccorsi, e soprattutto che abbia incrementato la consapevolezza dei problemi di sicurezza in galleria e portato a sviluppare le procedure d’intervento e di comunicazione tra gli operatori di esercizio e di emergenza, con netto miglioramento della capacità di gestione degli eventi.

La Direttiva ha inoltre promosso la ricerca in soluzioni tecnologiche innovative nonché la realizzazione di investimenti per la sicurezza in galleria che hanno avuto un riverbero positivo anche all’esterno dell’ambito d’intervento della Norma stessa, coinvolgendo misure di miglioramento della sicurezza stradale in generale (per esempio, controllo della velocità, campagne informative sulla sicurezza, ecc.). Viene infine evidenziato che l’azione di adeguamento svolta dagli Stati dell’Unione non ha beneficiato sensibilmente dell’uso di tecnologie innovative.

L’innovazione tecnologica nelle gallerie italiane

L’uso delle “innovazioni tecniche” in equipaggiamenti o procedure nelle gallerie della rete TERN in Italia è previsto esplicitamente all’art. 14 del D.Lgs. 264/06 come possibile strumento compensativo di deroga ai requisiti minimi di sicurezza. Sistemi tecnologici innovativi possono altresì essere impiegati come misure di sicurezza integrative per le gallerie dotate dei requisiti minimi di Norma, laddove sussistano particolari fattori di pericolo da mitigare e tali che i requisiti minimi non siano sufficienti a garantire un livello di sicurezza adeguato.

Tra le tecnologie potenzialmente capaci di offrire un impatto rilevante di riduzione del rischio delle gallerie, e verso cui è stata rivolta molta attenzione negli ultimi anni con funzione compensativa o integrativa, si evidenziano i sistemi di spegnimento automatico di incendio del tipo a diluvio con miscela acqua-schiuma, o sistemi tipo water-mist e monitori fissi o semoventi.