Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Una soluzione esclusiva e rivoluzionaria

La fusione dei vantaggi degli escavatori gommati e di quelli cingolati ha dato vita a una soluzione Mecalac unica, che coniuga mobilità, polivalenza, stabilità, sicurezza, accessibilità, facilità di guida, forza di sollevamento e redditività

Le nuove MWR

Le MWR nascono sulla scia di un concept che, nel 2016, ricevette al BAUMA il Premio per l’innovazione nel Design: “Per garantire sicurezza, flessibilità, funzionalità, reattività ed ergonomia a questo concept abbiamo dovuto da un lato mettere in campo tutta l’esperienza di Mecalac, dall’altro accettare parecchie sfide” – ci riferisce Patrick Brehmer, Head Of Marketing, Product Management and Design. “La prima sfida che ci siamo posti nell’ottica di dare nel contempo stabilità e accessibilità, passando per la sicurezza e la mobilità, è stata quella di abbassare il baricentro delle MWR.

Quello che abbiamo raggiunto è un’altezza dal suolo fino al 20% inferiore rispetto a quella di prodotti concorrenti sul mercato. La salita e la discesa dalla macchina sono diventate più agevoli anche grazie ad una scaletta perfettamente integrata al design della macchina”. Ma l’abbassamento del baricentro ha determinato anche un nuovo posizionamento del serbatoio nella parte bassa della macchina e l’aumento della sua capacità: l’operatore, o il responsabile del parco macchine, non hanno bisogno di effettuare nessuna strana manovra in altezza e non incontrano intralci che ostacolino la loro manovra quotidiana.

“Ma l’abbassamento del baricentro ha determinato anche un’ottima stabilità della macchina a 360° su tutti i lati e a prescindere dall’angolo di rotazione della torretta; in qualsiasi circostanza in tutte le posizioni e su tutti i terreni, le MWR – grazie anche alla trasmissione idrostatica e alle quattro ruote motrici – mantengono il loro equilibrio, sia in traslazione nelle manovre di trasferimento tra i cantieri sia nelle fasi di lavoro”. Quanto alla motorizzazione, si è optato per un motore diesel Deutz turbocompresso intercooler, in linea con le ultime più stringenti norme in materia antinquinamento, un quattro cilindri in linea, con potenza di 55 kW (75 CV) o di 100 kW (136 CV) a seconda del modello.