Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Tecnologico, efficiente, vulcanico

Un escavatore Case CX750D estrae lavica per la Società mineraria AG für Steinindustrie

sfondo case

Nonostante il peso relativamente basso del materiale, il lavoro richiesto dalle attrezzature e dall’impianto idraulico del CX750D non deve essere sottovalutato. L’estrema abrasività del materiale lavico richiede elevate prestazioni della benna e del braccio. Inoltre, l’area mineraria è attraversata da numerosi giacimenti di basalto che, per motivi di sicurezza, devono essere spazzati via ripetutamente durante il processo di scavo.

Per questo motivo la AG für Steinindustrie ha scelto di acquistare la versione Mass Excavator (ME) del Case CX750D che, con una forza di strappo massima di circa 366 kN, un cilindro benna più grande e una cinematica ottimizzata, si adatta perfettamente ai lavori di estrazione più impegnativi.

I dispositivi sono progettati anche per carichi estremi, con un braccio HD rinforzato, un brac­cio HD più corto da 3,02 m e una benna da roccia corazzata da 4,00 m3. La solida protezione della cabina per l’operatore è fon­damentale, considerato che la macchina lavora direttamente sulla parete della miniera.

L’ampia luce libera da terra fornita dal pesante sottocarro del Case CX750D consente un fa­cile passaggio su piccoli residui di materiale e blocchi di basalto, il che è importante quando l’escavatore viene spostato in un’altra posizione sul sito o utilizzato per am­pliare l’area mineraria o per costruire una strada. Inoltre, il particolare design dei cingoli e dei portacingoli smussati impedisce l’accumulo di materiale sotto la catena.

Bernd Kump, Area Sales Manager della Concessionaria Andernach, spiega come il Case CX750D sia supportato da un Case CX350D, che entra in gioco quando non è richiesta la notevole potenza del cugino più grande. Come il Case CX750D, questo escavatore da 35 t gesti­sce l’estrazione e la preselezione del materiale in modo rapido e senza intoppi.

Grazie alla sua maggiore mano­vrabilità, il Case CX350D viene utilizzato in diversi punti della miniera, sia per l’estrazione delle materie prime che per la manutenzione della rete stradale.

Per il Responsabile della miniera Thomas Schäfer, il Case CX750D è un mezzo chiave. “La macchina offre prestazioni impressionanti, funziona in modo affidabile, nonostante l’ap­plicazione sia particolarmente gravosa ed è economicamente efficiente rispetto alla concorrenza. Lo utilizziamo principalmen­te per estrarre il materiale dalla parete di roccia naturale, dove svolge un lavoro eccellente”.