Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Sottopasso ciclopedonale posato a spinta sotto i binari in esercizio

Sempre alla ricerca di nuove sfide professionali, la Società Coprem ha operato in un cantiere in cui la circolazione dei treni non è mai stata interrotta

Sottopasso ciclopedonale posato a spinta sotto i binari in esercizio

La tecnologia per la protezione del calcestruzzo

Il sistema integrato di protezione e di tenuta dei manufatti nella versione CPL (Concrete Protective Liner) o Giunto Saldato consiste nell’applicazione direttamente durante il getto in stabilimento sulla superficie interna del calcestruzzo di un liner di polietilene ad alta densità HDPE T-Grip in grado di garantire l’assoluta impermeabilità della condotta e la durata dei parametri di progetto oltre i 100 anni: 500.000 m2 di liner con oltre 700 km di saldature a estrusione radiografate e certificate qualificano importanti opere già realizzate dalla Coprem con questa particolare tecnologia che presenta i seguenti vantaggi:

  • tenuta idraulica anche con pressioni elevate;
  • resistenza agli agenti chimici e all’abrasione;
  • assenza di infiltrazioni nel corpo della condotta;
  • elasticità del liner (allungamenti superiori al 500%) con deformazioni senza rottura e compensazione degli eventuali assestamenti della condotta che rimane intatta;
  • garanzia di tenuta della condotta anche con deviazioni angolari importanti;
  • elevata aderenza del liner al calcestruzzo con resistenza al distacco oltre i 38.000 kg/m2;
  • mantenimento delle caratteristiche di progetto per più di 100 anni;
  • autopulizia per il limitato attrito interno nella condotta;
  • verifica delle saldature dei giunti con scintillografo per garantire la tenuta perfetta.

La tecnologia per la riduzione dell’impatto ambientale delle opere in costruzione

La riduzione dell’impatto ambientale è assicurata dai sistemi di post-tesatura degli scatolari che rendono possibili attraversamenti di strade, autostrade e ferrovie, con una sola notte di chiusura del traffico o anche, come in questo caso, mantenendo i binari in esercizio: si tratta della tecnologia Coprem Sottopassi Impatto Zero, già utilizzata in più di 200 cantieri, la metà dei quali nel settore ferroviario con RFI.