Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

La variante alla S.S. 237 “del Caffaro”

La realizzazione della variante all’abitato di Pieve di Bono (TN)

La variante alla S.S. 237 “del Caffaro”

Le fasi operative

Il cantiere occupa circa 60 operai al giorno. Lo scavo in galleria è proceduto con avanzamento su due fronti ed in certi momenti con quattro fronti di lavoro; nelle prime decine di metri si è utilizzato un demolitore idraulico mentre si è poi proseguito con l’impiego di esplosivo. Il materiale di scavo è stato completamente riutilizzato per i rilevati stradali e le terre armate.

La messa in sicurezza dello scavo è avvenuta con la posa di centine tubolari con passo di circa 1,25 m, iniettate con calcestruzzo. Segue lo spritz fibrorinforzato con un spessore di 25 cm. L’impermeabilizzazione è stata ottenuta con guaina in PVC compartimentata spessore di 2 mm. Il getto della volta procede con un ritmo di 12 m/giorno.

L’iter dei lavori avanza secondo i programmi stabiliti e al momento nulla osta al rispetto della data di ultimazione contrattualmente prevista per Dicembre 2018.

Dati tecnici

  • Stazione Appaltante: Servizio Opere stradali e ferroviarie della Provincia Autonoma di Trento
  • Progetto preliminare e definitivo: Servizio Opere stradali e ferroviarie della Provincia Autonoma di Trento
  • Progetto esecutivo: Egis Structures et Environnement e Rocksoil SpA
  • RUP: Ing. Luciano Martorano della P.A.T.
  • Direzione dei Lavori: Ing. Paolo Nicolussi Paolaz della P.A.T.
  • C.S.E.: Geom. Franco Micheli della P.A.T.
  • Esecutori dei Lavori: A.T.I. composta da Collini Lavori SpA, Ediltione SpA, Misconel Srl e Costruzioni Casarotto Srl
  • Responsabile di commessa: Ing. Luca Fronza della Collini Lavori SpA
  • Importo dei lavori: 22.716.611,95 Euro
  • Durata dei lavori: 787 giorni naturali e consecutivi
  • Data di consegna: 22 Agosto 2016
  • Data di ultimazione: Dicembre 2018