Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Materiali per emergenze nel rischio idrogeologico

Il Concrete Canvas della Harpo SpA è un materiale in grado di abbinare la flessibilità dei geotessili con la robustezza del calcestruzzo fibrorinforzato: il risultato è un materiale facile da posare, impermeabile, resistente ai raggi UV, al fuoco, alle sostanze acide/basiche, al gasolio, ai cicli di gelo e disgelo e che si adatta alla forma da rivestire

Le prestazioni del Concrete Canvas

Il materiale è in grado di sostituire uno spessore di 100-150 mm di cemento spruzzato o prefabbricato in stabilimento. Le prestazioni ottenibili sono riportate in conformità agli standard di produzione, assicurando una maggiore affidabilità prestazionale rispetto i manufatti gettati in opera.

Applicazioni

L’elevata flessibilità, la facilità di posa e l’adattamento alla superficie da trattare (si adegua alla forma della superficie da ricoprire) consentono di utilizzarlo nelle maggiori applicazioni di impermeabilizzazione di canali/fossi di guardia, nella protezione all’erosione di scarpate, nella realizzazione di setti o pareti di interdizione all’accesso di miniere in disuso. Gli spessori disponibili sono da 5 mm (CC5), 8 mm (CC8) e 13 mm (CC13).

Alcuni cantieri in Italia

Rivestimento arginale

L’intervento ha interessato il rivestimento di un lato del corpo arginale realizzato con la tecnica delle terre rinforzate. La superficie da ricoprire ha interessato un fronte di 1.400 m2, da eseguirsi in notturna ed è stato concluso in cinque giornate lavorative.

Canali in aree disagiate

Con il Concrete Canvas è possibile intervenire in aree disagiate, a difficoltà di accesso, senza alcuna necessità di realizzare impianti, piste provvisorie o movimentazione di traffico pesante. L’intervento interessava la zona collinare, con forti dislivelli e l’impossibilità di movimentare elementi prefabbricati dalla strada al sito senza causare forti disagi al traffico. Con il Concrete Canvas è stato possibile realizzare l’opera semplicemente conformando il terreno nella forma della sezione idraulica richiesta e rivestirlo. I 570 m di opera si sono conclusi in tre giorni lavorativi, usando dei furgoni cassonati per il trasporto del materiale.