Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Fianco a fianco nella ricerca di un’economia circolare e sostenibile

Cams Srl è leader nel mondo per il riciclaggio di asfalto e conglomerato bituminoso, mentre Varia Costruzioni è parte integrante della storia delle opere pubbliche in Toscana e non solo. Due realtà profondamente impegnate nella continua ricerca della salvaguardia ambientale e di tecnologie innovative, che si sono incontrate grazie alla mission comune della valorizzazione del rifiuto

  For English version: https://www.stradeeautostrade.it/en/materials-technologies/side-by-side-in-the-quest-of-sustainability-and-circular-economy/

Cams, leader tecnologico nel riciclaggio dell’asfalto

Cams Srl nasce nel 2001 ereditando 40 anni di know-how grazie all’acquisizione del marchio TEM, Produttore di impianti di frantumazione dei rifiuti dal 1964.

Da sempre attiva nella ricerca e sviluppo e attenta ad incontrare i bisogni del mercato con soluzioni innovative e brevetti esclusivi, negli ultimi anni Cams (https://www.camssrl.it/) ha dedicato parte della sua ricerca al settore del riciclo dell’asfalto.

La capacità di Cams di captare la potenzialità del settore prima della concorrenza ha dato all’Azienda la possibilità di avviare un progetto a lungo termine in collaborazione con Alma Mater Studiorum – Università di Bologna per lo sviluppo delle proprie tecnologie, portandola oggi ad essere leader tecnologico al mondo per il riciclaggio di asfalto.

Cams
1.

Tra le tecnologie sviluppate appositamente per il trattamento dell’asfalto, nell’ultimo anno è nato anche un frantumatore secondario, CTR 1200, dotato di dentatura studiata specificatamente per creare un prodotto di altissima qualità mantenendo il 100% del bitume contenuto nel materiale recuperato.

Tra le altre innovazioni, Cams ha recentemente brevettato a livello internazionale un sistema di dita meccaniche, i cosiddetti spintori che consentono di introdurre nelle bocche trituranti non solo il fresato ma anche le placche d’asfalto.

Dotati di coltelli sulla loro estremità, il compito degli spintori è quello di ridurre dimensionalmente le placche e di aumentare la capacità di presa degli alberi controrotanti, mantenendo il materiale all’interno dell’angolo utile dei denti, e consentendo di riciclare anche quella parte di materiale che diversamente finirebbe nelle nostre discariche inutilizzabile.

L’incontro verso la svolta

Varia Costruzioni muove i primi passi nel mondo dell’asfalto producendo conglomerati bituminosi. Nel tempo, grazie alla direzione intrapresa dall’Europa verso un’economia circolare, e comprendendo l’enorme necessità di riciclare la materia prima, tenta un primo approccio al riciclaggio dell’asfalto impiegando un impianto già esistente presso uno dei suoi siti produttivi fino a quel momento dedicato al riciclo degli inerti.

Varia Costruzioni
2. Il progetto dell’impianto Cams per il recupero del fresato

Valutato il potenziale di questa nuova attività e dato il valore e l’importanza che l’Azienda ripone nella sperimentazione, Varia Costruzioni attraverso Varia Versilia Ambiente attiva una collaborazione con l’Università di Pisa per affinare il processo di riutilizzo del fresato nei conglomerati bituminosi.

Le ricerche in questo campo portano Varia Versilia Ambiente a cercare potenziali partner che possano affiancarla proprio nell’ottimizzazione del processo di riciclaggio del fresato.

È a questo punto che incontra sulla sua strada Cams. Già notata in occasione di esibizioni fieristiche di settore come BAUMA e ASPHALTICA, e dopo aver sentito i pareri positivi di Clienti che già si erano rivolti a Cams, il Geom. Varia non ha avuto alcun dubbio sulla scelta di affidarsi a quest’ultima come partner strategico per lo sviluppo della sua attività.

Alla luce della crescente attenzione globale nei confronti della valorizzazione dei rifiuti ma anche riponendo particolare attenzione alla situazione economica globale che non consente più spese cospicue in assenza di certezze riguardo al ritorno dell’investimento, Cams è da sempre un passo avanti nella convinzione di voler migliorare l’efficienza dei processi sviluppando tecnologie sempre più all’avanguardia che portino, allo stesso tempo, alla produzione di materiali di qualità superiore con un ritorno economico certo dell’acquisto dell’impianto.

Con macchine che operano la disgregazione del materiale infatti, Cams è in grado di recuperare il 100% del bitume che veniva invece dissolto a causa della rottura dell’inerte per opera dei frantumatori tradizionali.

Inerti
3. Il sito di produzione di conglomerati bituminosi di Varia Costruzioni

È proprio il Geom. Varia a raccontare le motivazioni che lo hanno spinto a scegliere Cams come fornitore di una tecnologia specifica per il trattamento del RAP (Reclaimed Asphalt Pavement): “La capacità della linea UTS di Cams di disgregare il materiale, riportando la curva granulometrica a parametri simili a quelli di pre-aggregazione e, al tempo stesso, di lasciare praticamente inalterato il contenuto di bitume sull’inerte, rendono la triturazione operata da queste macchine ben più efficiente della tradizionale comminuzione con mulini a martelli”.

Cams ha studiato e sviluppato appositamente per Varia Versilia Ambiente una soluzione di impianto che comprende un frantumatore primario UTS 1000-2 e un vaglio a due piani UVS 25/2 che rispettasse, anche per forma e dimensioni, gli spazi che il Cliente aveva a disposizione. L’impianto prevede la possibilità di ottenere due prodotti finiti di differente granulometria senza produrre alcuno scarto.

Tramite un sistema di nastri trasportatori, il materiale soprammisura proveniente dal vaglio UVS 25/2 viene infatti reintrodotto all’interno della bocca di triturazione per essere nuovamente processato e ottenere la dimensione richiesta.

La grande efficienza dell’impianto sia in termini di comminuzione che di vagliatura consente a Varia Versilia Ambiente di reimmettere il materiale direttamente nel ciclo produttivo del conglomerato bituminoso, rispettando le percentuali consentite dalla vigente Normativa UNI EN 13242 “Aggregati per materiali non legati e legati con leganti idraulici per l’impiego in opere di ingegneria civile e nella costruzione di strade” e rientrando negli standard di qualità imposti dalla marcatura CE.

Impianti
4. L’impianto Cams sviluppato secondo le esigenze del Geom. Varia

Una soluzione per ogni esigenza, nel rispetto del verde

Non solo Varia Versilia Ambiente, ma ben 800 sono i Clienti in tutto il mondo che hanno scelto Cams per l’installazione dei propri impianti. L’Ing. Andrea Trentini, Direttore Commerciale dell’Azienda, ci racconta come Cams abbia raggiunto in poco tempo questo successo: “Abbiamo un Team di Ingegneri e Progettisti con un’innata passione per l’innovazione e noi venditori non ci stanchiamo mai di metterli alla prova.

Lavoriamo per soddisfare il Cliente e ogni nuova richiesta viene esaudita. Potremmo dire che da Cams non sono mai usciti due impianti uguali. Ogni Cliente, così come ogni mercato, ha un’esigenza diversa e noi dobbiamo soddisfarla. Le infinite possibilità di personalizzazione che Cams offre gli permettono continui salti di qualità”.

La vision di Cams? Il futuro è verde! Sì, perché se per riciclare la materia prima dobbiamo inquinare il nostro pianeta allora tutto il lavoro dell’Azienda si rivelerebbe vano. “Studiamo prima i sistemi di salvaguardia dell’ambiente, poi sviluppiamo la macchina in modo che abbia il minor impatto ambientale possibile.

Siamo stati in cantiere e dobbiamo ammettere che è un piacere passare le giornate all’aria aperta ascoltando il ronzio dei frantumatori e senza respirare nuvole di polvere” – dicono i Progettisti.

Gli impianti Cams sono infatti dotati di sistemi di inibizione delle emissioni acustiche per mantenerle sotto ai 75 dB(A) e impianti di abbattimento delle emissioni polverose.

  • Fresato
    5 cams
    5. Il fresato riciclato pronto per entrare in un nuovo ciclo produttivo
  • Conglomerati bituminosi
    6 cams
    6. Il materiale sovramisura reimmesso nel ciclo di riciclaggio

Ancora più importante è l’alimentazione dei macchinari, per tutti ibrida o elettrica, il che consente di ridistribuire al sito di lavoro l’energia elettrica dagli stessi prodotta.

Inoltre, la tecnologia di rotazione a bassi giri degli alberi dei frantumatori, oltre a preservare la qualità dei materiali riciclati, richiede un bassissimo impiego di carburante e causa poca usura dei componenti riducendo notevolmente i costi di manutenzione.

Industria 4.0?

Abbiamo infine chiesto a Cams quale approccio abbia adottato nei confronti dell’evoluzione tecnologica che a livello globale è sbocciata nella cosiddetta Industria 4.0.

Gli sviluppatori del software ci hanno spiegato come, attraverso un sistema di pesatura elettronico posizionato sui nastri di scarico dei materiali, siano in grado di rilevare il quantitativo di materiale prodotto e comunicare i dati ai server aziendali tramite un PLC interconnesso con gli stessi ottimizzando in modo esemplare la logistica di cantiere.

Spiegano inoltre che, grazie all’installazione di dispositivi GPS, siano in grado di controllare gli impianti da remoto ed effettuare la diagnostica anche su macchinari dall’altra parte del mondo.

“Abbiamo tecnici che viaggiano tutto l’anno e possono raggiungere i Clienti in poco tempo, ma conoscere prima eventuali problematiche ci consente di giungere sul sito preparati e già muniti degli eventuali ricambi necessari riducendo le tempistiche di ripristino” – conclude Andrea Trentini. Un servizio a 360° dunque quello che Cams propone.

Riciclaggio
7. Il pannello di controllo installato sui macchinari Cams

Varia Costruzioni, la storia delle opere pubbliche in Toscana

Nata nel 1949, su iniziativa di Onofrio Varia, Varia Costruzioni è oggi amministrata dalla quarta generazione della famiglia che ha portato l’Azienda a valorizzarsi grazie alla costante ricerca del progresso tecnologico e della valorizzazione dell’ambiente e delle risorse primarie e secondarie.

L’impegno nella comunità industriale è ulteriormente contraddistinto dalla figura del Geom. Stefano Varia, attuale Presidente dell’ANCE Toscana Nord per le province di Lucca, Pistoia e Prato. Nel 2019, Varia Costruzioni ha festeggiato i suoi primi 70 anni di storia.

Dal 1949 ad oggi, l’Azienda ha visto nascere quattro siti produttivi, uno a Lucca, in località Montebonelli, dedicato alla produzione di inerti riciclati, due tra Lucca e Pietrasanta volti al riciclaggio del fresato di asfalto e alla produzione di conglomerato bituminoso e uno, operato da Varia Versilia Ambiente (VVA), che ricicla 200.000 t all’anno di rifiuti da costruzione e demolizione.

  For English version: https://www.stradeeautostrade.it/en/materials-technologies/side-by-side-in-the-quest-of-sustainability-and-circular-economy/

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <