Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Campioni in cerca d’autore

Il ruolo della Direzione Lavori e dei laboratori di parte terza: dall’affidabilità delle attività di controllo e di prelievo in cantiere (rappresentatività dei campioni che pervengono in laboratorio/attendibilità dei risultati di prova) alla verifica della conformità ai requisiti contrattuali e normativi applicabili (accettazione dei materiali in cantiere)

sfondo pugliaro

La fornitura e la posa in opera di calcestruzzo da impianti di betonaggio (strutture in calcestruzzo armato)

Per ogni materiale esiste una specifica procedura di campionamento, che, in applicazione delle Norme tecniche contrattuali e dei relativi metodi di prova ufficiali applicabili, deve essere tale da garantire sempre la rappresentatività dei campioni inviati al laboratorio.

Per quanto riguarda i controlli di accettazione delle forniture di calcestruzzo utilizzate per l’esecuzione delle opere, ad esempio, i campioni necessari per la confezione dei provini richiesti per le prove di compressione – per essere considerati realmente rappresentativi della qualità del calcestruzzo alla consegna e per poter quindi essere utilizzati ai fini del controllo di accettazione – devono essere obbligatoriamente prelevati al momento della posa in opera (contestualmente alle operazioni di getto) e alla presenza della Direzione Lavori o di persona di sua fiducia (in Italia si veda il Decreto Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 17 Gennaio 2018 – Aggiornamento delle “Norme tecniche per le costruzioni”).

Ai fini del controllo d’accettazione del calcestruzzo, pertanto, non devono essere assolutamente accettati provini per le prove di compressione confezionati presso gli impianti di betonaggio.

Relativamente ai materiali – tralasciando quindi, in questo articolo, altri aspetti esecutivi (fondamentali ai fini della qualità e durabilità del materiale in opera) quali la compattazione del calcestruzzo e la maturazione dei getti – il ruolo della Direzione Lavori e dei Laboratori di parte terza è quello di verificare (e confermare mediante appositi documenti di registrazione):

  • la conformità di tutte le consegne di calcestruzzo ai requisiti specifici previsti dal progetto (per esempio, la classe di resistenza) e dalle Norme tecniche contrattuali (per esempio, il tempo massimo ammesso per lo scarico del calcestruzzo dalle autobetoniere dal confezionamento presso gli impianti di betonaggio);
  • la rappresentatività dei campioni prelevati dai tecnici di laboratorio e l’attendibilità dei risultati di prova (temperatura, consistenza, resistenza alla compressione, ecc.).