Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Versatilità e sostenibilità per costruire strade verdi

Le tecnologie sviluppate da Cams: le più green e all’avanguardia per il riciclo dell’asfalto anche grazie al suo Centauro L 120.56-APR

Versatilità e sostenibilità per costruire strade verdi.

Il Centauro L 120.56-APR è un vero impianto mobile per la frantumazione e il riciclaggio dell’asfalto, dal fresato alle grandi placche, che compie l’intero processo di riciclo con cinque macchine su un unico carro cingolato.

Protetta da marchio e design registrati e sistemi di funzionamento brevettati, la gamma APR di Centauro è disponibile in quattro versioni: Centauro L 120.56-APR e Centauro L 150.56-APR nelle versioni internazionali e APR 850-2s e APR 1000-2s sviluppati ad hoc per le esigenze funzionali e normative del mercato americano (https://eu.camsrecycling.com/).

Versatilità e sostenibilità
1. La sostenibilità ambientale, il mantra di Cams

“La città del futuro” nella vision di Slim Milano

Sotto il marchio della famiglia Perilli, Slim Milano nasce nel 1957 dall’idea di contribuire alla progettazione di una città del futuro capace di ospitare individui e ambiente in modo armonioso.

Come un Giano bifronte, in grado di guardare al passato senza perdere di vista il futuro, la Slim Milano, grazie alla sua pervicace professionalità e accurata attenzione, ha saputo affermarsi nell’ambito delle infrastrutture stradali.

Nel 2011 nasce a Pescara, nel comune di Montesilvano, la sorella più giovane di Slim, perché se è vero che le idee visionarie possono essere assai diffuse è parimenti vero che l’abilità necessaria alla loro concretizzazione è molto rara.

Così oggi Slim, giunta alla sua terza generazione, scorge nel riciclo dei materiali un’occasione per mitigare lo slancio verso l’innovazione con l’attenzione verso l’ambiente e, ipotizza l’apertura di un centro di raccolta e trattamento dei rifiuti derivanti da costruzione e demolizione.

Versatilità e sostenibilità
2. La famiglia Perilli

Dunque, l’installazione di un impianto di inertizzazione in prossimità di quello già esistente nella sede di Montesilvano (PE) – adibito alla produzione di conglomerati bituminosi – e la possibilità di un’ulteriore espansione sul territorio nazionale, non sembrano poi così lontani. 

La gamma APR

La linea APR, nata dallo sviluppo e dall’efficientamento della gamma Centauro, permette di riciclare il 100% della pavimentazione stradale demolita e preservare la componente bituminosa non danneggiando la curva granulometrica dell’inerte, ottenendo un prodotto di altissima qualità con il massimo risparmio economico.

Questo impianto mobile riesce a completare in un unico ciclo automatizzato tutte e le operazioni di riciclo. Gli spintori idraulici, un sistema brevettato di pre-frantumazione, trattano le placche in ingresso più grandi (fino a 1.000 mm) e aiutano il trituratore primario modello FTR a disgregare i blocchi di asfalto e fungere da alimentatore per il sistema di vagliatura UVS.

Mentre le parti ferrose vengono eliminate dal separatore magnetico, il prodotto sovra-misura viene reindirizzato al trituratore secondario che, grazie ad un sistema a ciclo chiuso, reintroduce il materiale ulteriormente trattato nel ciclo di vagliatura, garantendo il recupero della totalità del prodotto.

Versatilità e sostenibilità
3. Il Centauro L 120.56-APR

Grazie alla tecnica di frantumazione ad alberi controrotanti a bassi giri, oltre all’elevata qualità del prodotto finito, viene garantita la minima usura delle componenti e bassissimo impatto ambientale certificato.

Conforme agli standard di “Industria 4.0”, la linea APR utilizza una connessione integrata 4G che trasmette i dati di produzione alla logistica di cantiere, mantenendola aggiornata sui quantitativi di materiali disponibili, nonché di un sistema GPS per la geolocalizzazione. 

I vantaggi di APR: il caso Slim

Il perché della scelta di un impianto mobile della gamma APR lo ha raccontato Perilli, Legale Rappresentante di Slim Srl: “Abbiamo sempre utilizzato percentuali di asfalto da riciclo nella produzione di nuovo conglomerato ma lo trattavamo con un tradizionale mulino a impatto che, a causa della forza applicata, surriscaldava il bitume e ne causava il distaccamento dall’aggregato con generazione di moltissima polvere e perdita di materia prima importante.

La tecnologia di Cams ad alberi controrotanti a bassi giri riesce a lavorare il RAP non surriscaldando il bitume, generando pochissime polveri che sono puntualmente abbattute dall’apposito impianto di nebulizzazione collegato direttamente alla rete idrica”.

Per produrre nuovo conglomerato, la Slim reimmette nell’impianto del nero prodotto riciclato nelle percentuali massime previste dai Capitolati (generalmente attorno al 30%) e la previsione per i prossimi periodi è di riutilizzare circa 40.000 t/anno di asfalto proveniente da fresature.

Centauro
4. L’asfalto riciclato con APR

“Utilizziamo la macchina a ciclo chiuso per avere due pezzature calibrate, generalmente 0-8 mm e 8-16 mm, ma la possibilità di cambiare agevolmente le reti del vaglio rendono il Centauro APR ancora più versatile e utilizzabile anche per il trattamento di altri rifiuti come quelli da costruzione e demolizione – continua Perilli.

Inoltre, il privilegio di avere tutte le macchine necessarie al riciclo in un unico impianto mobile compatto, in sagoma per il trasporto su strada, ci ha consentito di poter ottenere i permessi per effettuare campagne mobili e quindi la possibilità di poter riutilizzare il materiale anche a freddo, dove previsto, evitando trasporti tra i cantieri e l’impianto, oltre che di poter noleggiare il macchinario nei periodi in cui non ci occorre in cantiere”.

Sono molteplici quindi i vantaggi che genera l’utilizzo di Centauro APR, sia dal punto di vista economico che sotto l’aspetto ambientale. La riduzione volumetrica dei rifiuti in loco riduce il numero di trasporti in discarica o in cantiere e di conseguenza l’inquinamento.

Il recupero di aggregato e bitume consente di utilizzare materia prima seconda ed evitare l’estrazione di materiale vergine. Centauro APR può inoltre essere equipaggiato con un quadro di switch per essere alimentato dalla rete elettrica di cantiere, by-passando il motore termico e azzerando le emissioni di gas a effetto serra.

5. L’APR in modalità “ciclo chiuso”

Cams: il futuro è verde

Nata nel 2001 ereditando 40 anni di know-how dall’acquisizione del marchio TEM, Produttore di impianti di frantumazione dei rifiuti dal 1964, Cams è oggi leader tecnologico nel riciclaggio dell’asfalto.

Attiva fin dalle origini nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni innovative orientate alla creazione di valore per il Cliente e con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale dei macchinari, delle lavorazioni e dei materiali, Cams è stata pioniera nell’utilizzo dell’alimentazione totalmente elettrica per i macchinari da frantumazione e riciclaggio potendo vantare il raggiungimento con largo anticipo degli obiettivi previsti da “Agenda 2030”, adottata dai Paesi aderenti alle Nazioni Unite, sullo sviluppo sostenibile e sulla sostenibilità.

Versatilità e sostenibilità per costruire strade verdi.

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <