Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Riciclaggio stradale: la frantumazione di calcestruzzo e la fresatura di asfalto

La macchina multifunzione FAE MTM/HP è stata recentemente utilizzata in due cantieri situati a 800 m di altitudine nello Jura Svevo, una regione montuosa tra Stoccarda e Ulma

La macchina multifunzione FAE MTMHP

  For English version: https://www.stradeeautostrade.it/en/machines-equipments-work-sites/road-recycling-concrete-breaking-and-asphalt-milling/

La Germania possiede una rete stradale capillare e ben mantenuta. L’Agenzia Federale del Ministero dei Trasporti tedesco e le Municipalità locali investono ogni anno ingenti fondi pubblici per mantenere in perfetto stato questo patrimonio nazionale, composto da strade di diverso tipo.

Vi sono le “Bundesstraßen”, ovvero strade di interesse nazionale, le “Landesstraßen”, strade di interesse per gli Stati federali, le “Kreisstraßen”, strade provinciali che dirigono il traffico verso le città di un singolo distretto o dei distretti vicini, e le “Gemeindestraßen” di importanza locale. Va da sé che siano sorte anche numerose Società private che si occupano di manutenzione stradale.

Una di queste è la Franz Blum GmbH Tief- und Straßenbau, con sede a Ittenhausen, nel Baden-Württemberg. La Società, che impiega 35 dipendenti, possiede una macchina multifunzione FAE MTM/HP (https://www.fae-group.com/prodotti/construction/co-testate-a-presa-di-forza-meccanica/multifunzione-per-trattori-construction/mtm-mtm-hp) che ha recentemente utilizzato in due cantieri situati a 800 m di altitudine nello Jura Svevo (in tedesco Schwäbisch Alb), una regione montuosa tra Stoccarda e Ulma.

In entrambi i cantieri si è rivelato determinante l’utilizzo di una macchina multifunzione in grado di compiere più operazioni: in questo caso stabilizzare il terreno e fresare o frantumare sia l’asfalto che il calcestruzzo.

Riciclaggio del calcestruzzo

“Nel primo cantiere ci è stato chiesto di riciclare e frantumare in loco una strada locale realizzata con calcestruzzo non armato di 16 cm di spessore” – racconta il proprietario della Ditta, Lothar Blum. “La strada presentava parecchi segni di deterioramento, con buche e avvallamenti che rendevano difficoltoso percorrerla. Abbiamo dovuto frantumare il calcestruzzo preesistente, stabilizzare il materiale di risulta e prepararlo per accogliere la nuova pavimentazione in asfalto.

La FAE MTMHP al lavoro in Germania
1. La macchina multifunzione FAE MTM/HP è stata recentemente utilizzata in due cantieri situati a 800 m di altitudine nello Jura Svevo, una regione montuosa tra Stoccarda e Ulma

Data la resistenza della strada, dello spessore di 16 cm, è prima stato necessario rimuovere la pavimentazione in calcestruzzo con un martello escavatore in una griglia di circa 40×40 cm. La fresa MTM è poi riuscita a frantumare il calcestruzzo, ottenendo una granulometria di 0/60 mm.

Complessivamente sono stati trattati 1.500 m2 di calcestruzzo. Abbiamo abbinato la FAE MTM/HP al nostro trattore Fendt 936, ottenendo un duo molto performante, che ci ha permesso di terminare il lavoro nei tempi stabiliti”.

Riciclaggio di asfalto

In un secondo cantiere situato nelle vicinanze, la Franz Blum GmbH Tief- und Straßenbau si è occupata del riciclaggio a freddo della copertura in asfalto di una strada comunale. “In questo caso, ci è stato chiesto di trattare 1.600 m2 di asfalto (spessore della pavimentazione di circa 10 cm) per un’operazione di riciclaggio in loco” – continua il signor Blum. “Abbiamo operato con la MTM/HP, sempre abbinata al trattore Fendt 936, fino a una profondità di 40 cm, con una velocità di lavoro dai 0,2 ai 0,6 km/ora.

La granulometria del materiale lavorato è stata di circa 0/60. Anche in questo caso siamo rimasti molto soddisfatti del lavoro: il nostro commento generale sulla FAE MTM è quindi positivo per entrambi i cantieri”.

Il recycling nel settore delle costruzioni stradali

In termini generali, il recycling nel settore delle costruzioni stradali – spesso previsto dalle varie normative nazionali – presenta numerosi vantaggi.

Il primo è la possibilità di riutilizzare immediatamente il materiale proveniente dalla fresatura del vecchio manto stradale, impiegandolo per realizzare la nuova pavimentazione. Il tutto senza i costi aggiuntivi dovuti ai metodi di costruzione tradizionali e con un procedimento dall’impatto ecologico sicuramente ridotto.

Il fronte della FAE MTM-HP
2. Il fronte della FAE MTM/HP

I vantaggi vanno quindi dal risparmio di tempo e di denaro, a un intervento più sostenibile per l’ambiente.

Basti pensare che il metodo classico prevede la rimozione del vecchio manto stradale, il suo trasporto e smaltimento in discarica oppure il suo trattamento in un impianto specializzato, l’acquisto del nuovo materiale e il suo trasporto dalla cava al luogo di utilizzo. In totale, riutilizzando il vecchio calcestruzzo o asfalto in situ, il risparmio può arrivare al 400%.

Grazie alle macchine multifunzione FAE, lo svolgimento delle operazioni di recycling in situ sono facilitate e la stessa macchina può in seguito essere impiegata anche per lavori differenti.

La FAE MTM/HP

La FAE MTM/HP è adatta a trattori da 300 a 360 CV e ha una profondità massima di lavoro di 40 cm. Le dimensioni compatte e l’estrema manovrabilità le consentono di lavorare su superfici difficilmente raggiungibili dalle macchine semoventi e su cantieri anche di piccole dimensioni.

La camera di triturazione a geometria variabile, una soluzione tecnologica FAE unica nel settore, garantisce risultati ottimali in termini di frantumazione.

Questa tecnologia ha due importanti benefici. Da un lato permette di penetrare il suolo con il solo rotore attraverso il telaio mobile regolabile idraulicamente dalla cabina del trattore con grande precisione. Dall’altro, il volume della camera di miscelazione è variabile: più si lavora in profondità, più aumenta il volume della camera e la capacità di gestire il materiale da miscelare.

Il retro della FAE MTM-HP
3. Il retro della FAE MTM/HP

Inoltre, le testate FAE con camera a geometria variabile riducono gli sforzi di trazione con conseguente riduzione dei consumi di carburante, incremento della velocità operativa e maggiore stabilità della macchina sul suolo.

Un’altra caratteristica tecnica di rilievo è la presenza – tra gli optional – degli impianti di iniezione acqua WSS (Water Spray System) High Flow e FCS (Full Control System). Sulla MTM/HP sono particolarmente utili perché:

  • stabilizzano la temperatura degli utensili diminuendone l’usura e aumentandone la durata;
  • prevengono il surriscaldamento garantendo così una produttività continua nel tempo e diminuendo il rischio di fermo macchina;
  • contengono/abbattono il quantitativo delle polveri risultanti dalla frantumazione/riciclaggio, permettendo così un lavoro ottimale in ambiente urbano o su strade trafficate.

La FAE MTM/HP è inoltre dotata di controlama in Hardox® antiusura che, insieme alla griglia sul cofano posteriore garantisce la granulometria desiderata del materiale in uscita.

  For English version: https://www.stradeeautostrade.it/en/machines-equipments-work-sites/road-recycling-concrete-breaking-and-asphalt-milling/

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <