Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Precisione e ottimizzazione

Il Gruppo Fayat va sempre più nella direzione dell’ottimizzazione delle risorse con la Divisione Secmair-Breining, specializzata nelle macchine per manutenzione stradale, e con gli impianti come il nuovo Top Tower 3000 p e il TRX 100%, che ottimizzano il riciclaggio dei materiali. Il tutto sotto l’egida del digitale

sfondo fayat

Si parte dal sistema di dosaggio tramite anello di riciclaggio con due soluzioni: standard con percentuali fino al 35% ed essiccatore speciale serie XL con cui si va oltre il 35%. La posizione dell’anello di riciclaggio dopo la fiamma permette di bruciare le emissioni di VOC provenienti dal riscaldamento del RAP.

Oppure è possibile procedere con con il sistema di dosaggio nel mescolatore con percentuali fino al 40% (introduzione del RAP nel mescolatore tramite apposita linea di alimentazione e vagliatura degli aggregati vergini con utilizzo di RAP).

Altra alternativa consiste nel sistema combinato anello+mescolatore con percentuali fino al 60% che permette maggiore flessibilità nell’impiego del RAP. Infine vi è il tamburo parallelo (fino al 90%). La captazione delle emissioni (convogliate e diffuse) avviene con sistemi di aspirazione e/o abbattimento che convogliano tutto nel camino. I fumi vanno poi ovviamente puliti e trattati partendo dalla captazione anche delle emissioni diffuse allo scarico, allo skip e al mescolatore.

Il passo successivo consiste nel passaggio attraverso il sistema brevettato Zerovoc che prevede il trattamento termico dei fumi attraverso la loro immissione in prossimità del bruciatore del cilindro essiccatore.

Un premio all’ottimizzazione

Tutto il sistema del nuovo Marini Top Tower3000 P sarà presentato a INTERMAT attraverso un corner dedicato in cui la realtà virtuale e la digitalizzazione saranno protagoniste.

Si potrà infatti effettuare un tour virtuale nell’impianto vedendo anche il funzionamento dei singoli componenti così da capirne il reale funzionamento, un modo efficiente (e intelligente) di far capire i contenuti dei propri impianti che segue una precisa filosofia di ottimizzazione.

Linea di pensiero che ha portato Fayat a vincere il premio Equipment & Machinery Award in the Roads – Roads Minerals & Foundations” di INTERMAT, nella sezione “Strade, industria dei materiali e fondazioni” all’impianto TRX 100% Marini-Ermont.

Si tratta di un impianto continuo in grado di lavorare utilizzando gli aggregati riciclati di asfalto dal 100% allo 0% con tecnologia a caldo e a tiepido.