Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Smarter Italy, gli appalti innovativi

Al via le gare per le città intelligenti e smart mobility e logistics: una nuova iniziativa tesa ad aumentare la capacità competitiva delle imprese, far crescere un’industria all’avanguardia per modernizzare le infrastrutture e i servizi della Pubblica Amministrazione ed accrescere gli investimenti nella ricerca pubblica

sfondo città

Il 15 Giugno AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) si è confrontata con Imprese, Startup e Centri di ricerca per acquisire tutti gli elementi utili per la preparazione della gara da 20 milioni sulla Smart Mobility, la prima nell’ambito del programma Smarter Italy, il programma che può contare su una dotazione finanziaria iniziale di 50 milioni di Euro e che prevede il lancio di gare d’appalto innovative con lo scopo di soddisfare le esigenze espresse dalle città iniziando con tre aree d’intervento tra le quali la Smart Mobility.

L’Italia intende dare avvio all’utilizzo degli appalti innovativi in quanto procedure previste dalla Legislazione comunitaria e nazionale che rivoluzionano le modalità e l’oggetto degli acquisti della Pubblica Amministrazione (PA). Questi comprendono gli appalti pre-commerciali e gli appalti pubblici di soluzioni innovative.

Gli appalti innovativi sono individuati come strumenti essenziali per aumentare la capacità competitiva delle Imprese, in grado di far crescere un’industria all’avanguardia. Queste procedure sono inoltre una leva strategica per modernizzare le infrastrutture e i servizi della Pubblica Amministrazione, nonché accrescere gli investimenti nella ricerca pubblica.

Si tratta di utilizzare la leva degli appalti innovativi per riprogettare, tra le altre iniziative, la fruibilità delle aree urbane, e in particolare la mobilità intelligente.

smart mobility
1. (photo credit: www.economyup.it)

Con questa iniziativa, MiSE (Min. dello Sviluppo Economico), MIUR (Min. Istruzione Università e ricerca) e MID (Min. per l’Innovazione Tecnologica e la digitalizzazione) si impegnano a sostenere le pubbliche amministrazioni che intendono lanciare appalti innovativi e ad incoraggiare anche la partecipazione alle gare delle piccole e medie Imprese, delle Start up e dei centri di ricerca. Si parte quindi con il programma Smarter Italy; la prima gara riguarda la mobilità intelligente e sostenibile.

In vista della pubblicazione della gara, AgID sta avviando una consultazione di mercato, aprendo così la Pubblica Amministrazione al confronto con gli operatori, per acquisire tutti gli elementi utili per la preparazione della gara stessa, in un dialogo aperto che coinvolge Imprese, Startup, Centri di ricerca, associazioni del terzo settore.

Il 15 Giugno la presentazione delle esigenze è avvenuta con la collaborazione degli 11 Comuni che hanno contribuito a delineare i fabbisogni e che saranno il luogo di sperimentazione delle soluzioni proposte.

Al termine della consultazione partirà la gara d’appalto innovativa da 20 milioni di Euro, che sarà indetta nei prossimi mesi, finalizzata alla ricerca e allo sviluppo di soluzioni innovative per migliorare la mobilità in contesti diversi.

È stata pubblicata sulla Gazzetta Europea la procedura di pre-informazione per poter indire la gara di appalto. Le sfide riguarderanno le seguenti quattro tematiche.

Le soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità nei centri storici e nei piccoli borghi

Si tratta di individuare soluzioni innovative di trasporto pubblico in grado di garantire gli spostamenti, in centri storici e in contesti urbani sviluppatisi senza l’applicazione di un piano regolatore omogeneo e/o in contesti territoriali disomogenei.

Le sperimentazioni potranno avvenire a L’Aquila, Bari, Cagliari, Catania, Genova, Matera, Modena, Milano, Prato, Roma, Torino.

Trasporti
2.
La soluzione innovativa predittivo-adattativa per la Smart Mobility

Si chiede di ideare e sviluppare piattaforme di Smart Mobility offrendo strumenti di simulazione di supporto alla pianificazione e le funzionalità di monitoraggio, proattivo e predittivo di tipo near-real-time per l’ottimizzazione dinamica del traffico veicolare e di elementi infrastrutturali ad esso collegati. Le sperimentazioni potranno avvenire a L’Aquila, Bari, Cagliari, Catania, Genova, Matera, Modena, Milano, Prato, Roma e Torino.

Le soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità delle merci

Le soluzioni dovrebbero mitigare le problematiche tipiche delle consegne nell’ultimo miglio e riuscire ad ottimizzare il trasporto di mezzi e persone. La sperimentazione potrà avvenire a L’Aquila, Bari, Cagliari, Genova, Milano, Matera, Prato, Roma e Torino.

Le soluzioni innovative per il miglioramento della mobilità sostenibile nelle aree a domanda debole

Sono in grado di offrire una copertura capillare del territorio, garantendo gli spostamenti dei cittadini dalle loro residenze fino ai “transportation hubs” principali (stazioni principali di bus e treni) o fino ai luoghi principali (scuole, ospedali, centri urbani, centri sportivi, ecc.). La sperimentazione potrà avvenire a L’Aquila, Genova, Modena, Prato e Torino.

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <