Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Sicurezza e monitoraggio tecnologico delle infrastrutture e dei flussi delle merci

AINOP, IOP e fascicolo dell’opera: il 28 Gennaio il MIT ha pubblicato la versione beta dell’archivio informatico nazionale delle opere pubbliche

sfondo moni

Con questo provvedimento il 2019 sarà un anno molto importante per il potenziamento della sicurezza delle infrastrutture.

Le azioni conseguenti il crollo del viadotto Polcevera, contenute nel Decreto Genova, portano diverse novità tecnologiche.

In primis, l’istituzione dell’Archivio Informatico Nazionale delle Opere Pubbliche (AINOP), presso la Direzione Generale per i Sistemi informativi e statistici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, suddiviso in sezioni e sottosezioni, per specifiche opere pubbliche (ponti, viadotti e cavalcavia stradali e ferroviari, strade, ferrovie e metropolitane, aeroporti, dighe e acquedotti, gallerie, porti ed edilizia pubblica).

  • Monitoraggio
    1 moni
  • viadotto Polcevera
    2 moni
  • Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
    3 moni

L’AINOP è gestito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed implementato anche sulla base delle indicazioni e degli indirizzi forniti dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, dalla Ragioneria Generale dello Stato e dall’ANSFISA: sarà messo a disposizione e consultabile in formato aperto, prevedendo anche la possibilità di raccogliere segnalazioni.

L’archivio conterrà, per ogni opera, i dati tecnici, lo stato e il grado di efficienza, l’attività di manutenzione ordinaria e lo stato dei lavori.