Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

L’analisi deformativa degli scavi di adeguamento di una galleria esistente

L’intervento, lo studio e le analisi effettuate nell’ambito dei lavori di adeguamento a sagoma della galleria Olmata

L’analisi di calcolo

La riproduzione dello stato di fatto La simulazione delle fasi dell’intervento è stata definita tramite lo strumento Stage Wizard, in questo caso di importanza fondamentale considerate le numerose fasi di calcolo previste.

Per facilitare il processo di definizione degli stage, gli elementi di mesh sono stati preventivamente numerati in ordine crescente secondo la direzione di avanzamento di scavo prevista.

La prima fase di calcolo è stata l’attivazione dei carichi litostatici. La forza di gravità è stata assegnata tramite la funzione Self Weight. Successivamente è stata modellata la realizzazione della galleria, ipotizzando degli sfondi a sezione completa di 1 m, seguiti dall’installazione del rivestimento.

Essendo stata la galleria realizzata al termine del 1800, è verosimile pensare che sia stata realizzata con scavo a sezione parzializzata, ma essendo lo scopo di questa fase quello di simulare uno stato tensionale verosimile a quello misurato dalle prove su martinetto piatto, si tiene accettabile l’ipotesi di scavo a sezione intera.

Nella zona dei piedritti sono state misurate delle pressioni di circa 500-600 kN/m2, pressioni perfettamente compatibili con i dati ottenuti in fase di campagna indagine. 

La fase di scavo 1
La realizzazione dei micropali e del cordolo

Prima della fase effettiva di scavo, sono stati modellati gli interventi di consolidamento tramite iniezioni: tramite il comando Change Property, è stato assegnato un incremento di modulo di Young ad uno spessore di terreno a tergo del rivestimento di circa 1-2 m.

La fase successiva ha previsto la modellazione di uno scavo laterale propedeutico alla realizzazione della paratia di micropali, nonché la realizzazione stessa. Successivamente per campi di 3 m è stato effettuato lo scavo fino al piano di posa del cordolo e la sua realizzazione.

Durante questa fase è stata monitorata l’evoluzione degli spostamenti totali all’avanzare dello scavo. I risultati saranno meglio descritti nel paragrafo successivo. Questa prima fase di interventi viene terminata ripristinando la geometria iniziale della piattaforma ferroviaria.