Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Raffaele Mauro: l’uomo che… diffonde cultura

Intervista a Raffaele Mauro, Presidente della Società Italiana di Infrastrutture Viarie (SIIV)

Raffaele Mauro: l’uomo che… diffonde cultura

Per questi due ultimi ambiti, la sensibilità culturale, le competenze disciplinari e le conoscenze avanzate sui materiali, sulle tecniche di messa in opera, anche tradizionali, sulla razionalizzazione dei processi costruttivi sono già pienamente disponibili per conseguire risultati significativi”.

Prima di salutare chiediamo se trova un po’ di tempo libero per qualche hobby e ci risponde che, da sempre, la sua passione è la lettura. Inoltre, da qualche tempo, un altro interesse è costituito dalla tradizione culinaria napoletana, i cui piatti non riesce ancora a cucinare come si dovrebbe (e – confessa – teme non ci riuscirà mai). Qualcuno ha scritto che solo l’uomo colto è libero. Noi oggi abbiamo avuto l’occasione di conoscere un uomo libero di volare, cambiare, inventare e soprattutto libero di sognare e di far sognare. Ne “Il piccolo signor Friedemann”, Thomas Mann scriveva: “La capacità di godere richiede cultura e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere”.

Alla prossima e buona estate a tutti voi!

Curriculum Vitae di Raffaele Mauro

Ottenuta la maturità classica con il massimo dei voti presso il Liceo Ginnasio A. Rosmini di Palma Campania (NA), si laurea con lode in Ingegneria Civile, indirizzo Trasporti, presso l’Università di Napoli Federico II, discutendo un lavoro sull’analisi costi-benefici nella scelta di tracciati stradali alternativi. Dal 1984-1992 è Ingegnere Libero Professionista e collabora, presso l’Istituto di Costruzioni di Strade Ferrovie ed Aeroporti dell’Università di Napoli Federico II, all’attività scientifica e didattica degli insegnamenti di “Strade” nel Corso di Laurea in Ingegneria dei Trasporti. Dal 1992 al 1999 è Ricercatore per il raggruppamento H03X, Strade Ferrovie ed Aeroporti, presso il Dipartimento di Ingegneria dei Trasporti dell’Università di Napoli Federico II.

Dal Marzo 1999, prima nel ruolo di Ricercatore e poi come Professore Associato infine come Ordinario (settore scientifico- disciplinare di “Strade, Ferrovie, Aeroporti”) presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica (DICAM) dell’Università degli Studi di Trento insegna “Fondamenti di Infrastrutture viarie” (Corso di Laurea triennale in Ingegneria Civile) e “Costruzione di Strade” (Corso di Laurea magistrale in Ingegneria Civile, indirizzo Infrastrutture e Geotecnica). Dal Dicembre 2016, è Presidente della Società Italiana di Infrastrutture Viarie (SIIV) che raccoglie la maggior parte dei Docenti e dei Ricercatori italiani del settore dell’Ingegneria stradale, ferroviaria e aeroportuale. 

Altre attività

Già membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Trento e, per la Provincia Autonoma di Trento, già membro del Consiglio di Amministrazione dell’Autostrada del Brennero (A22). In rappresentanza della Provincia Autonoma di Trento, è attualmente componente del Consiglio di Sorveglianza della Società per la costruzione della Galleria di Base del Brennero (BBT).

Interessi di ricerca

Caratterizzazione dei grandi siti per gli interventi infrastrutturali su area vasta.

  • Ingegneria di Sistema per le infrastrutture di trasporto: analisi teorico-sperimentali e modelli dei processi di traffico per la progettazione ed il controllo delle infrastrutture stradali;
  • previsioni di affidabilità per le correnti di traffico autostradali;
  • progettazione funzionale della geometria stradale, con particolare riferimento agli incroci non semaforizzati, alle rotatorie ed alle intersezioni circolari di concezione innovativa;
  • progettazione funzionale delle ferrovie;
  • valutazione della sicurezza stradale e modelli previsionali di incidentalità in rotatoria;
  • analisi tecnico-economiche, di fattibilità e di scenario come ausilio alle decisioni attuative per le grandi infrastrutture stradali e ferroviarie;
  • pianificazione quantitativa delle infrastrutture e dei sistemi di trasporto stradali e ferroviari;
  • Storia dell’Ingegneria, con particolare riferimento all’Ingegneria delle Infrastrutture di trasporto e dei Sistemi di mobilità.