Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

L’uomo che… condivide il sapere (tecnico) sulle strade

Intervista in esclusiva a Gianni Vittorio Armani, AD di ANAS e Presidente del Comitato Italiano di AIPCR

sfondo intervista
“Strade & Autostrade”: “Cos’è AIPCR e di cosa si occupa?”.

“Gianni Vittorio Armani”: “AIPCR – o World Road Association – è l’Associazione mondiale della strada, un Organismo di rilevanza governativa di cui fanno parte 121 Stati in tutto il mondo, attraverso strutture governative, Amministrazioni stradali pubbliche e private, come Concessionarie autostradali, Aziende costruttrici, Docenti, Esperti. L’Italia aderisce da oltre un secolo all’Associazione, la più qualificata a livello mondiale nel settore stradale.

Io ho l’onore di presiedere il Comitato Italiano di AIPCR, cui aderiscono il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e ANAS come soci di diritto e i massimi Esperti italiani di settore a livello pubblico e privato. L’obiettivo comune è condividere il sapere tecnico mondiale sulle strade in tutti i settori: dalla sicurezza stradale alle tecnologie costruttive, dall’esercizio della rete al finanziamento innovativo delle opere. I massimi esperti si riuniscono nei vari Paesi del mondo e condividono esperienze, best practice, innovazioni.

Vengono anche preparati report e manuali alcuni dei quali rappresentano riferimenti raccomandati dalle Nazioni Unite, come per il Manuale sulla Sicurezza stradale. In questo senso AIPCR rappresenta anche un luogo di formazione fondamentale”.

Ci sorge un dubbio dovuto alla nostra ignoranza e cerchiamo lumi sul manuale sulla sicurezza menzionato dal nostro ospite: si tratta di un volume che nasce dall’esigenza, fortemente sentita dall’Associazione, di aiutare i Paesi in ogni fase di sviluppo nell’assumere un approccio analitico più mirato ai propri obiettivi nazionali nel campo della sicurezza stradale. Il manuale AIPCR, giunto alla seconda edizione, raccoglie le raccomandazioni dell’Associazione sintetizzate e integrate anche a partire quelle pubblicate dagli Stati membri e da altre Organizzazioni internazionali.