Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

L’uomo che… condivide il sapere (tecnico) sulle strade

Intervista in esclusiva a Gianni Vittorio Armani, AD di ANAS e Presidente del Comitato Italiano di AIPCR

sfondo intervista

Roma, a fine Aprile, sembra essere nel pieno di un’estate torrida. Sulle strade, vuote – per i fortunati che possono fare festa tra il 25 Aprile e la ricorrenza dei lavoratori – l’unico rumore che ci raggiunge, nonostante il casco, è quello del fedele motorino.

Torniamo alla sede dell’ANAS per intervistare l’Ing. Gianni Vittorio Armani (si veda “S&A” n° 114 Novembre/Dicembre 2015 e http://www.stradeeautostrade.it/incontri-e-interviste/l-uomo-che-velocizza-l-italia/): questa volta non come Amministratore delegato della Società autostradale ANAS SpA, ma come Presidente del Comitato Italiano di AIPCR, la più antica associazione internazionale che si occupa di ingegneria stradale, di politica stradale e di gestione delle reti stradali e ha lo scopo di favorire il progresso in campo stradale in tutti i suoi aspetti, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo delle reti stradali, e di studiare i problemi della sicurezza stradale e rappresentare il punto focale di interscambio delle tecnologie stradali nel mondo.

  • ANAS
    1 intervista
    Gianni Vittorio Armani
  • Favazzina
    2 intervista
    Il viadotto Favazzina sulla A2 Autostrada del Mediterraneo a Bagnara Calabra (RC)
  • Barriera
    3 intervista
    Barriere salva-motociclisti sulla S.S. 682 Jonio Tirreno in provincia di Reggio Calabria
  • Manutenzione
    4 intervista
    Lavori di manutenzione sul tratto Cosenza-Altilia della A2
  • Strada
    5 intervista
    Il programma Smart Road è un insieme di infrastrutture tecnologiche che puntano alla sostenibilità e all’innalzamento della sicurezza e della fruibilità delle strade
  • 6 intervista
    Lo scopo del Decreto Smart Road è incrementare qualità ed efficienza in condizioni ordinarie della strada, cioè gestire mobilità e logistica dei trasporti in maniera efficace ed efficiente

L’Associazione, il cui acronimo deriva della parole francesi “Association Internationale Permanente des Congrès de la Route”, creata nel 1909, dopo il primo Congresso Mondiale delle Strade svoltosi a Parigi nel 1908, con il fine di rappresentare le Organizzazioni stradali di tutti i Paesi.