Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Konrad Bergmeister: l’uomo che… rimpicciolisce l’Europa

sfondo intervista
“S&A”: “Quali metodi di scavo si stanno utilizzando?”.

“KB”: “Sulla base delle conoscenze attuali, è previsto che circa il 50% dell’intero sistema di gallerie sia scavato con metodo tradizionale e il 50% con scavo meccanizzato. Nel caso dello scavo meccanizzato, si impiegheranno sia frese aperte che frese scudate a scudo semplice e doppio”.

Prendiamo una piccola pausa per chiedere quale si l’ultimo libro letto: “Homo Deus, breve storia del futuro” di Yuval Noah Harari. Rimaniamo in silenzio e il nostro interlocutore, con estrema eleganza, aggiunge che nella storia del libro l’Autore ha compiuto ogni sforzo per attingere dati e fatti dalle fonti più accurate possibili.

Ci spiega con fervore che Harari ritiene che il nostro tempo si ponga l’ambizione di elevare l’uomo al rango di divinità, ossia di trasformare l’“Homo sapiens” in “Homo Deus”, esponendo cosa potrebbe accadere se robotica, intelligenza artificiale e ingegneria genetica fossero messe al servizio della ricerca dell’immortalità e della felicità eterna. Ecco, allora, che il libro racconta sogni e incubi che secondo lo Scrittore e Storico israeliano daranno forma al XXI secolo, in una sintesi di storia, filosofia, scienza e tecnologia, che mette in guardia il genere umano dal rischio di rendere se stesso superfluo.

“S&A”: “Per quel che concerne le opere di adduzione al traforo, la linea della Bassa Valle dell’Inn è in esercizio dal Dicembre 2012: com’è la situazione per la tratta di accesso Fortezza-Ponte Gardena?”.

“KB”: “Nel mese di Dicembre 2017 è stata inaugurata la nuova tratta tra Halle e Norimberga e quindi una nuova linea ad Alta Capacità tra Berlino e Monaco. Per quanto riguarda la tratta da Monaco (Germania) a Kundl/Radfeld (Austria) devono ancora essere prese le decisioni sul tracciato e avviate le progettazioni. A partire da Kundl/Radfeld fino a Baumkirchen è già in esercizio dal mese di Dicembre 2012 la nuova tratta della Bassa Valle dell’Inn con una lunghezza di oltre 40 km, che comprende ben 35 km di gallerie.

A Sud della galleria di base del Brennero sono stati definiti quattro tratti prioritari fino a Verona. Il tratto principale, lungo circa 21 km tra Fortezza e Ponte Gardena, è stato approvato già il 3 Marzo 2017 dal CIPE. Per gli ulteriori tre tratti sono stati elaborati i progetti preliminari. Dal mese di Dicembre 2009 è già in esercizio un asse ad Alta Capacità ed Alta Velocità che si sviluppa da Verona a Salerno”.