Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Konrad Bergmeister: l’uomo che… rimpicciolisce l’Europa

sfondo intervista

Questa volta siamo in Austria, precisamente a Innsbruck, città originata sul luogo di quello che fu l’antico Castrum romano di Veldidena: la prima impressione che proviamo è quella di essere stati trasportati in un luogo magico. La neve che incornicia strade e tetti tutto intorno sembra attutire ogni rumore e il fiume Inn appare come l’unico elemento ad avere una certa fretta nel procedere, pur nascendo in Svizzera; è uno spettacolo che rievoca proprio il nome della città: il “ponte sul (fiume) Inn”.

Prima di recarci dal nostro ospite riusciamo a dare una rapida occhiata alla moderna funicolare della Nordkette, con la futuristica stazione Hungerburg progettata dal genio del compianto Arch. Zaha Hadid: direttamente dal centro città, in 20 minuti consente di salire fino a 2.256 m di altezza e raggiungere il più grande parco naturale dell’Austria. Qualcuno sostiene che il detto “Ho toccato il cielo con un dito” sia nato proprio scendendo dall’ultima stazione.

  • Gallerie
    1 intervista
    Oggetto sociale e missione della Società BBT sono la progettazione e la costruzione della galleria ferroviaria di base del Brennero tra Tulfes/Innsbruck e Fortezza
  • Konrad Bergmeister
    2 intervista
    Il sistema della galleria di base del Brennero
  • Traforo di base
    3 intervista
    L’Europa ha bisogno di una mobilità interna funzionante. Con una superficie di 8.180.000 km², all’incirca 750 milioni di abitanti e una densità demografica di 65 abitanti/km², dispone dei presupposti ideali per una mobilità su rotaia
  • TEN-T
    4 intervista
    Il Corridoio Nord- Sud Scandinavo-Mediterraneo, con una lunghezza di 9.000 km, parte dalla Finlandia e passa dal Mar Baltico fino alla Svezia, alla Danimarca, alla Germania e all’Austria, ai porti italiani e oltre, per arrivare a La Valletta, a Malta
  • TBM
    5 intervista
    La costruzione della galleria di base del Brennero prosegue rapidamente. A tutto il 2017 è stato scavato un terzo delle gallerie, cioè circa 78 km, di cui 18 di gallerie principali, 30 di cunicolo esplorativo e circa 30 di gallerie di accesso, di soccorso e logistiche
  • Brennero
    6 intervista
    Lo schema dell’avanzamento delle opere principali e complementari (cunicoli di accesso, di soccorso, ecc.)
  • Scavo meccanizzato
    7 intervista
    E' previsto che circa il 50% dell’intero sistema di gallerie sia scavato con metodo tradizionale e il 50% con scavo meccanizzato. Nel caso dello scavo meccanizzato, si impiegheranno sia frese aperte che frese scudate a scudo semplice e doppio
  • Alta Capacità
    8 intervista
    Nel mese di Dicembre 2017 è stata inaugurata la nuova tratta tra Halle e Norimberga e quindi una nuova linea ad Alta Capacità tra Berlino e Monaco

Finita la rapida visita torniamo con i piedi per terra e, entrati nella sede della Società BBT SE (Brenner Basis Tunnel), veniamo accompagnati nell’ufficio del Prof. Konrad Bergmeister. Questa volta non abbiamo bisogno di presentazioni, poiché con il “nostro” ci eravamo già incontrati in occasione della prima intervista nel 2013 (si veda “S&A” n° 97 Gennaio/Febbraio 2013 e http://www.stradeeautostrade.it/incontri-e-interviste/l-uomo-che-potenzia-la-mobilita-europea/).