Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Grafene e plastica riciclata per una pavimentazione più durevole e sostenibile

Lo scorso 10 Settembre, in occasione del rifacimento di un tratto della S.P. 35 Milano-Meda con l’additivo al grafene Gipave, la Redazione ha intervistato Federica Giannattasio, Amministratore Delegato di Iterchimica, e Arianna Censi, Vice Sindaco della Città metropolitana di Milano

Sfondo

A seguito dell’aggiudicazione di un Bando della Regione Lombardia che ha finanziato il progetto, Iterchimica ha collaborato con G.Eco (Gruppo A2A), Università degli Studi di Milano Bicocca e Directa Plus alla realizzazione dell’additivo a base grafenica Gipave, che si pone l’obiettivo di confrontare i risultati estremamente positivi già ottenuti in laboratorio e su strada in applicazioni precedenti: si è evidenziato infatti un incremento della durata della pavimentazione nell’ordine del 250%.

Il rifacimento dei tre strati di pavimentazione di un tratto di circa 500 mdella S.P. 35 “Milano-Meda”, dal km 133+300 al 132+850 in direzione Milano, è stato realizzato in via sperimentale su indicazione di Città metropolitana di Milano, che ha previsto anche un secondo intervento all’inizio di Ottobre riguardante due strati (base e usura) della pavimentazione stradale di un tratto di 600 m sulla S.P. 40 “Lacchiarella”, dal km 3+850 al km 4+900, di cui 300 m con asfalto modificato con Gipave e 300 con bitume modificato “Soft”.

Le prestazioni di questi due tratti “pilota” saranno monitorate da un laboratorio indipendente certificato per mezzo di controlli sia in fase di produzione e di posa in opera dell’asfalto, con raccolta e analisi di campioni, sia nei mesi successivi attraverso carotaggi e prove dinamiche, direttamente su strada.