Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

European ITS Platform: attività, obiettivi e progetti in corso

Intervista all’Ing. Roberto Arditi, Project Manager della EU EIP e Direttore Sicurezza stradale di Sina SpA

sfondo sina
“S&A”: “Qual è l’attuale stadio di sviluppo dei cinque progetti degli ITS Road Corridors?”.

“RA”: “Per affrontare le sfide di cui abbiamo appena parlato, la Commissione Europea e gli Stati membri hanno sostenuto la creazione di cinque Corridoi europei, i cosiddetti “CEF ITS Road Corridors” ossia Arc Atlantique, Crocodile, MedTIS, Next-ITS e Ursa Major.

Questi Corridoi coprono una parte ben più che significativa della rete transeuropea e si coordinano nell’ambito della European ITS Platform, promuovendo sinergie tra gli Stati membri, le autorità e gli operatori stradali, tra gli Stakeholder pubblici e privati del settore.

Poche parole per ogni Corridoio:

  • Arc Atlantique è un progetto gestito da una partnership composta da sette Autorità nazionali stradali e 25 operatori della grande viabilità, con l’obiettivo di migliorare l’efficienza e la sicurezza su un Corridoio stradale, attraverso la più ampia diffusione di sistemi e servizi ITS e C-ITS in Irlanda, Regno Unito, Paesi Bassi, Belgio, Francia, Spagna e Portogallo;
  • in Crocodile sono presenti 13 Stati membri dell’UE (area Centro-orientale) che si sono impegnati a creare e gestire un’infrastruttura di scambio dati basata sul linguaggio DATEX per garantire informazioni sul traffico agli utenti finali. Un focus specifico è dedicato ai servizi di informazione sulla sicurezza, nonché ai parcheggi per i veicoli pesanti;
  • sul Corridoio mediterraneo, MedTIS sta implementando servizid’informazione continua relativa ai tempi di viaggio. L’azione coordina 25 operatori stradali appartenenti a quattro Stati membri dell’UE (Francia, Italia, Spagna e Portogallo), Responsabili delle infrastrutture per il Corridoio da Trieste a Lisbona;
  • il progetto Next-ITS riguarda la parte settentrionale del Corridoio scandinavo-mediterraneo. L’obiettivo del progetto è quello di migliorare le prestazioni del Corridoio e della rete diffondendo servizi ITS in grado di garantire interoperabilità e continuità, favorendo l’armonizzazione e aumentando l’efficienza in termini di costi nella gestione del traffico;
  • l’azione del Corridoio Ursa Major si rivolge prevalentementeal trasporto merci e coinvolge importanti regioni economiche tra Rotterdam e la Sicilia sull’asse del Brennero, interessando Paesi quali Italia, Germania e Paesi Bassi”.