Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

L’esecuzione della galleria artificiale GA10

Il sistema Essen per la realizzazione in attraversamento al km 6+725 della linea ferroviaria Milano-Varese (FNM), nel comune di Novate Milanese (MI)

sfondo essen

Il monolito Ovest e l’infissione oleodinamica del manufatto

Le caratteristiche dimensionali e geometriche del monolito Ovest sono di seguito specificate:

  • Lest x hest = 20,20 x 10,05 m (riferite alla sezione retta);
  • Lint x hint = 17,40 x 7,0 m (riferite alla sezione retta);
  • lunghezza della canna pari a complessivi 48,35 m; pari a 42,50 m se riferita in asse alla soletta superiore;
  • peso teorico dell’opera in c.a. pari a circa 8.200 t;
  • direzione asse di spinta rispetto alla normale all’asse medio dei binari ≅ 6,7°;
  • lunghezza di spinta complessiva pari a 55,18 m, comprendente anche la “spinta di avvicinamento” iniziale al rilevato ferroviario.

Le dimensioni e il peso del manufatto hanno comportato la necessità di realizzare una parete reggispinta mediante pali di grosso diametro per assicurare con assoluta sicurezza il contrasto necessario alla spinta dei martinetti.

L’attrezzatura impiegata è stata costituita da due batterie di martinetti composte ciascunada un massimo di 12 pistoni della potenza di 4.000 KN e corsa dello stelo di 520 mm, per un totale quindi di 2x12x4.000 kN = 96.000 kN ≅ 1,2 il peso del monolito.

Nella notte del 18 Febbraio ha avuto inizio la spinta effettiva del monolito al di sotto della sede ferrata, previa una “spinta di avvicinamento” al rilevato ferroviario di circa 16 m avvenuta nei quattro giorni precedenti, conclusa con l’esecuzione di un “getto di ripresa” in cls di pari lunghezza e dello spessore di 80 cm per lo “spessoramento” delle prolunghe di spinta.

La spinta del manufatto è stata effettuata in complessive 25 interruzioni notturne di esercizio ferroviario sino alla notte tra il 16 e il 17 Marzo, con una media di avanzamento pari 2,2 m/giorno.