Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il tunnelling in Australia

Una panoramica delle opere sotterranee in costruzione nello stato oceanico

sfondo australia

Malgrado la sua estensione (7.617.930 km2) e la presenza di catene montuose che superano i 2.000 m, l’Australia non può certo essere definita un Paese di gallerie. Tuttavia negli ultimi anni molti progetti sono degni di menzione, specialmente nei grandi centri urbani. Ne esamineremo di seguito alcuni. 

Il North Connex

Il più lungo tunnel stradale del Paese è in avanzata fase realizzativa a Nord di Sydney, nel Nuovo Galles del Sud, e collegherà West Pennant Hills e la Hills Motorway (M2) con la Pacific Motorway (M1) a Wahroonga.

Gli scavi delle due canne, lunghe circa 9 km, sono iniziati nel Maggio del 2016; il primo breakthrough è stato festeggiato a Dicembre 2017, mentre la quarta e ultima caduta di diaframma è avvenuta lo scorso 8 Ottobre 2018 sulla futura M1 in direzione Sud sulla rampa di Wahroonga.

  • Tunnelling
    1 australia
    Gli ultimi lavori di rifinitura nel North Connex
  • Gallerie
    2 australia
    La TBM bloccata e in fase di riparazione
  • TBM
    3 australia
    La TBM Mabel
  • Australia
    4 australia
    Il tracciato tra Kensington e South Yarra

La massima copertura si ha nei pressi di Beecroft, dove il North Connex raggiunge una profondità di 90 m sotto il Sydney Metro Northwest tunnel. L’ultimo camion carico dello smarino estratto dal North Connex è arrivato alla cava di Hornsby il 25 Gennaio.

Gli oltre 1 milione di m3 di smarino estratti hanno permesso di riempire parzialmente la cava e questo consentirà al Consiglio di Hornsby Shire di riqualificare la zona creando un parco a beneficio della comunità locale.

Terminati i lavori principali di scavo si procederà con i lavori di rivestimento, la pavimentazione e la tinteggiatura della calotta per aumentare la sicurezza del tunnel e ridurre al minimo le distrazioni per i conducenti. Anche la centrale di ventilazione settentrionale è stata completata e sono in corso i lavori di allestimento.

I 20 roadheader utilizzati nel progetto sono stati smontati e rimossi. Il 20° roadheader del North Connex, battezzato Claire – come la moglie del Project Manager del tunnel settentrionale – aveva lavorato per 14 mesi, scavando un tunnel di oltre 1,2 km ed effettuando il breakthrough; il roadheader Claire ha concluso il suo lavoro a fine 2018.

Il cronoprogramma di costruzione è stato rivisto a causa delle difficili condizioni del terreno e delle difficoltà di accesso al cantiere: il tunnel sarà pronto nel 2020.