Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Analisi dei cedimenti per gallerie a doppia canna

I sistemi di trasporto sotterraneo rappresentano una soluzione ottimale nelle grandi città, dove è forte la necessità di trovare un’alternativa efficiente e capillare alle vie di comunicazione superficiali, oramai sempre più intasate per via del traffico

Analisi dei cedimenti per gallerie a doppia canna

Conclusioni

Il metodo semi-empirico, comunemente usato per prevedere i cedimenti a breve termine al di sopra di tunnel a due canne affiancate utilizzando la somma di curve gaussiane, conduce potenzialmente a risultati inesatti confermati anche dalle esperienze realizzative. Un metodo che prevede la modifica dei cedimenti al di sopra del tunnel che verrà (fase di progettazione) realizzato temporalmente per ultimo, può migliorare la previsione dei cedimenti totali nel breve termine.

Riscontri reali, avallati anche dai modelli matematici, evidenziano un aumento dei cedimenti nella prima galleria allorquando viene realizzata la seconda con un interasse minimo di due volte il diametro. Mediamente, si ha un incremento dei cedimenti totali della galleria già realizzata del 20÷22%. Questi iniziano proprio a manifestarsi durante l’esecuzione della galleria gemella. Contemporaneamente, si allarga in superficie la conca di subsidenza.

In terreni prevalentemente granulari (K = 0,35) la conca incrementa le sue dimensioni di circa il 15% sia a destra che a sinistra (in realtà aumenta maggiormente il lato in corrispondenza della nuova galleria in corso di esecuzione), mentre, in terreni argillosi in condizione drenate (K = 0,5), la conca di subsidenza aumenta mediamente del 30÷35% sia a destra che a sinistra (anche qui, in realtà, aumenta maggiormente il lato in corrispondenza della galleria temporalmente eseguita per ultima).

Per contro, in presenza di un K = 0,5 in condizioni drenate, i cedimenti che si sviluppano al di sotto della prima galleria (temporalmente realizzata per prima), si riducono e si attestano nell’ordine del 12-15%. Da quanto illustrato, si evince che buona regola sarebbe eseguire le gallerie in tandem e con sistemi di scavo e di consolidamento intorno al cavo tali da ridurre quanto più possibile il disturbo del terreno.