Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Adeguamenti strutturali e funzionali sulla S.S. 76 “Perugia-Ancona”

Ai sensi del D.Lgs. 264/06 (rete TEN), le accortezze progettuali poste in opera al fine di consentire l’adeguamento delle gallerie esistenti del Maxilotto 2

sfondo astaldi

Tali analisi hanno consentito quindi di verificare la conformità delle gallerie alle disposizioni normative oppure per quelle situazioni in cui i valori sono risultati oltre i limiti di accettabilità della curva FN, evidenziare la necessità di prevedere misure compensative oltre a quelle standard o supplementari previste negli altri casi.

Le considerazioni svolte nelle analisi di rischio hanno dato rilevanza alle dotazioni impiantistiche che condizionano gli esiti degli eventi critici in relazione alle modalità di rilevamento, avviamento e gestione delle emergenze in galleria.

Il progetto è caratterizzato, tuttavia, dalla presenza di gallerie esistenti interessate da condizioni di degrado dei rivestimenti di calotta, oltre a presentare, come già accennato, geometrie molto lontane dalle prescrizioni tecniche cogenti e a non rispettare i franchi minimi.

In tale scenario, risultando limitativo cercare di risolvere le criticità evidenziate dalle curve FN solo dal punto di vista impiantistico, è stato necessario porre l’attenzione anche al comportamento strutturale delle gallerie in caso di incendio.

A tal proposito, sono stati sviluppati i necessari approfondimenti per comprendere lo stato effettivo delle strutture da porre come punto di partenza per lo sviluppo delle considerazioni progettuali finalizzate al raggiungimento dei requisiti REI minimi prescritti per le gallerie dell’infrastruttura.

La campagna conoscitiva

Lo studio delle soluzioni progettuali finalizzate al rispetto dei requisiti di resistenza nei confronti del fuoco è risultato strettamente connesso alle necessità, di carattere prettamente strutturale, orientate a garantire la durabilità degli elementi.

In coerenza alle disposizioni contenute sulle NTC 2008 relativamente alle “strutture esistenti”, il modello per la valutazione della sicurezza dell’opera è stato sviluppato attraverso i seguenti passaggi fondamentali:

  • analisi storico-critica della struttura;
  • rilievo geometrico-strutturale;
  • caratterizzazione meccanica dei materiali;
  • definizione dei livelli di conoscenza e dei conseguenti fattori di confidenza;
  • definizione delle azioni e relativa analisi strutturale.