Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

ISTAT conferma la ripresa

Nel mese di Marzo l’aumento su base annua si è attestato su un incoraggiante +3%

Più fiducia nel settore

Le previsioni elaborate dall’ANCE sugli investimenti in edilizia per il 2017 scommettono su una mini-ripresa dello 0,8%. Verso l’atteso cambio di direzione (si consideri infatti dal 2010 che le serie storiche Istat attribuiscono al settore solo segni negativi) va anche l’indice che misura la fiducia delle Imprese, che ad Aprile ha fatto registrare un balzo di quasi cinque punti percentuali rispetto al mese precedente.

Costa di più costruire case e strade

Insieme alle stime sulla produzione, l’Istat ha diffuso anche l’andamento degli indici che misurano i costi di costruzione di case e strade. Il risultato è che i costi sostenuti dalle Imprese edili per la realizzazione di un fabbricato residenziale tipo sono aumentati dello 0,6% rispetto a Marzo 2016 e dello 0,2% rispetto al mese di Febbraio. Si tratta quindi di aumenti più sostenuti di quelli registrati nell’ultimo bollettino mensile.

Ancora più marcato il rialzo dei costi a carico delle Imprese impegnate nei cantieri stradali. Realizzare un tratto di strada con galleria costa l’1,2% in più di un anno fa (+0,4% rispetto a Febbraio), mentre per un tratto senza tunnel bisogna mettere in conto un aumento dell’1,5% su base annua e dello 0,2% mensile. Sia per le case sia per le strade l’aumento dei costi è legato soprattutto al rialzo dei prezzi dei materiali, mentre rimangono stabili o sono addirittura in calo i costi legati a manodopera, trasporti e noleggi.

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,