Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

ISTAT conferma la ripresa

Nel mese di Marzo l’aumento su base annua si è attestato su un incoraggiante +3%

Arrivano segnali incoraggianti dall’ISTAT per ciò che concerne la ripresa del settore: per l’Istituto nazionale di statistica, infatti, a Marzo la produzione edilizia è cresciuta dello 0,3% rispetto a Febbraio (dato destagionalizzato), mese che aveva già fatto segnare un balzo del 4,6% rispetto a Gennaio. Quello che più conta però è l’aumento registrato su base annua, cioè rispetto a Marzo 2016. L’indice corretto dagli effetti di calendario (dunque a parità di giorni lavorativi) fa registrare un aumento del 3% della produzione. L’aumento cresce fino al 6,6% se si considera il dato grezzo, poiché nel 2017 i giorni lavorativi di Marzo sono stati 23, contro i 22 di Marzo 2016.

Allargando lo sguardo al trimestre, il segno rimane positivo, sebbene con tendenze meno marcate. Il dato grezzo (influenzato dagli effetti di calendario) evidenzia una crescita dell’1,8% rispetto ai primi tre mesi del 2016. Se si prendono i dati corretti dagli effetti di calendario la produzione rimane stabile, dunque non evidenzia alcuna variazione rispetto al primo trimestre dell’anno scorso. Su questo dato però influisce molto il pesante crollo della produzione registrata a Gennaio, quando l’attività nei cantieri (penalizzata molto da fattori stagionali e climatici) aveva fatto segnare un crollo del 5,4% su base annua e del 3,9% rispetto a Dicembre 2016.

È forse troppo presto per annunciare la ripresa di un settore che viene da quasi nove anni di crisi ininterrotta, ma i dati diffusi dall’ISTAT vanno presi come un buon segnale in questa direzione, soprattutto considerando che si aggiungono ai dati di un Febbraio già positivo (crescita dell’1,3% su base annua). La ripresa registrata negli ultimi due mesi ha infatti permesso il recupero del terreno perduto nel primo mese dell’anno.

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,