Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

DEF 2018: i programmi per infrastrutture e logistica

L’allegato al DEF 2018 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti “Connettere l’Italia: lo stato di attuazione dei programmi per le infrastrutture di trasporto e la logistica” è un resoconto delle strategie, delle opere e degli investimenti messi in campo in questi anni, guardando ad una pianificazione al 2030

sfondo def

Aeroporti

I collegamenti su ferro sono tra gli interventi strategici per la connessione degli aeroporti, insieme alle tecnologie per l’ampliamento della capacità air side degli aeroporti esistenti, l’aumento selettivo capacità per terminal e piste sature o con prestazioni non adeguate.

Il valore dei programmi di interventi invarianti che riguardano lo sviluppo infrastrutturale del sistema aeroportuale italiano e della sua accessibilità in attuazione di queste strategie ammonta a un totale di 3.447 milioni, già finanziati per 3.280, con un fabbisogno residuo di 167.

Interventi per il Mezzogiorno

Un focus particolare del documento è dedicato agli interventi per lo sviluppo infrastrutturale del Mezzogiorno. Per quanto riguarda la rete ferroviaria del Sud del Paese, si è registrato nell’ultimo quadriennio un investimento pari a 16,4 miliardi, maggiore di quello già investito nel periodo dei 13 anni passati (2001-2014), pari a circa 13,6 miliardi.

Per la rete stradale, sono previsti investimenti per circa 11 miliardi per la realizzazione degli interventi e dei programmi invarianti, riguardanti la messa in sicurezza, la riqualificazione e il potenziamento di numerose direttrici.

Per i porti del Mezzogiorno sono previste opere invarianti per un totale di 990 milioni.

Per la rete aeroportuale che interessa le aree del Meridione, sono stati finanziati interventi per la nuova pista dell’Aeroporto di Catania (77 milioni), il completamento dell’estensione Linea Metropolitana 1 con la nuova stazione Capodichino-Aeroporto (Napoli), la Nuova fermata Fontanarossa-Aeroporto di Catania su rete Rfi (5 milioni). 

Investimenti e Bandi: stime positive

L’allegato fa propri alcuni dati e stime relativi al sistema degli appalti e agli investimenti, cui si rimanda nel testo integrale. Nel triennio 2014-2016 si è registrato un andamento altalenante della spesa totale, evidenziando, comunque, la fine di un ciclo recessivo, con segnali importanti di ripresa a partire dal 2018.

Le attese sono supportate da due elementi: le ingenti risorse messe a disposizione del settore e i Bandi di gara del 2017. Nel 2017 gli importi dei Bandi di gara per il complesso delle opere pubbliche sono cresciuti in valore del +27,6% rispetto al 2016, con un +9,8% per le strade e un +242,1% per le ferrovie.

Alla certezza delle risorse, si aggiungono altre innovazioni introdotte quali la qualità della progettazione, la condivisione delle opere, elementi che dovrebbero nel tempo contribuire ad abbreviare i tempi burocratici di trasformazione delle risorse stanziate in opere pubbliche, problema storico che anche in questa edizione l’allegato evidenzia. L’allegato del MIT al DEF 2018 è disponibile su www.mit.gov.it.