Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Soluzioni speciali per le carpenterie in c.a. della metro Dateo

La necessità di lavorare con tempistiche ristrette per agevolare il passaggio programmato della TBM ha portato l’Ufficio Tecnico di Ulma Construction Srl ad adattare i suoi sistemi e sviluppare accorgimenti specifici per questo cantiere

Soluzioni speciali per le carpenterie in c.a. della metro Dateo

Le strutture fornite da Ulma Construction Srl per le fasi di getto

Ulma Construction è stata presente sul cantiere a partire dall’Ottobre 2017, con la fornitura delle strutture TSL MK per la realizzazione delle pareti monofaccia contro paratia a quota +87,52 m.

Le difficoltà dell’intervento erano legate sia al getto in pressione che alla necessità di spostare il materiale a mano, senza essere accompagnati da una gru a torre: venivano riempite le selle, con una semicurva nel getto per assecondare il profilo della TBM, per potersi muovere al di sotto con un carrello elevatore e spostare i casseri.

Le strutture sono state progettate per fasi di getto con altezze pari a 6,20 m, in presenza del solaio di copertura a quota +85,12 m già realizzato con la tecnica del top-down.

In tal modo, si è reso necessario un adattamento delle strutture standard di Ulma Construction per ovviare ai problemi di sovrappressioni durante il getto di calcestruzzo. I getti dei solai d’interpiano sono stati realizzati con il sistema Alpideck, munito di teste a caduta per il disarmo anticipato.

Questa metodologia ha consentito di risparmiare tempo nel montaggio e, al contempo, di ridurre i tempi di avanzamento dei getti, rispettando così le tempistiche ristrette richieste dal passaggio programmato della TBM. Per realizzare tutte le pareti e tutti i setti interni è stato impiegato il cassero a telaio modulare Orma, per altezze di getto fino a 6,5 m.

I solai di piano hanno differenti spessori. Per evitare sovraccarichi eccessivi durante i getti, ciascun orizzontamento è stato ripuntellato fino alla quota del solaio a graticcio (+85,12 m), la cui geometria consentiva di assorbire i carichi in getti sovrastanti: in questa fase sono stati impiegati i puntelli in alluminio ad alta portata Aluprop di Ulma Construction, calcolati e verificati in base ai carichi dei getti da sostenere.

In alcuni casi è stato necessario creare delle vere e proprie torri di carico, per poter sostenere carichi puntuali fino a 70 kN.

Lungo le pareti di testata, non essendoci la possibilità di appoggiare il cassero sul solaio gettato, le forometrie sui solai hanno reso necessario l’uso delle mensole diga SBMK, un sistema che consente di procedere con i getti dei muri indipendentemente dai solai, sfruttando il particolare ancoraggio e la geometria della struttura portante, costituita da travi alleggerite MK.