Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

San Gottardo: il più lungo tunnel ferroviario del mondo

La Redazione è stata invitata, unica rivista italiana del settore, alla cerimonia inaugurale della galleria di base del San Gottardo

Incontro con il traforo

Terminato lo spettacolo, ci siamo innanzitutto complimentati per il completamento dell’opera con Renzo Simoni, Presidente della Direzione Generale di AlpTransit San Gottardo SA, che ha inoltre acconsentito ad approfondire l’argomento attraverso un’intervista (https://www.stradeeautostrade.it/interviste/incontri-e-interviste/2016-06-30/uomini-che-hanno-trasformato-un-sogno-in-realta-53599/).

Quindi ci siamo recati ai portali del traforo di base, distanti circa 600 m dalla zona delle celebrazioni, dove è stata allestita una stazione temporanea che è servita anche per l’evento aperto al pubblico del week end del 4 e 5 Giugno. Il tempo per ammirare l’inconfondibile silhouette della nuova centrale di esercizio, ed eccoci all’ingresso meridionale del traforo, caratterizzato da portali dal funzionale design pentagonale. Il programma prevedeva un tragitto fino al centro multifunzionale di Faido e ritorno.

Cosa che in effetti è avvenuta. Arrivati a Faido, il convoglio si è fermato e quindi ha invertito la marcia. Nel frattempo, gli ospiti da Rynächt hanno attraversato il tunnel raggiungendo Pollegio e abbiamo assistito agli interventi dei Capi di Stato e di Governo e alla consegna ufficiale della galleria.

Un tunnel che unisce mentre si erigono muri

Durante un aperitivo, sono iniziati i discorsi ufficiali. Per primo ha preso la parola il Ministro italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio (il Premier Renzi dopo aver partecipato al viaggio inaugurale è dovuto rientrare a Roma), che ha sottolineato l’alto valore simbolico dell’opera della quale l’Italia è molto grata alla Svizzera, evidenziando che in un momento in cui si costruiscono muri, la Svizzera ha fatto una galleria di collegamento e di occasioni di incontro.

Sul podio ha poi preso posto il Cancelliere austriaco Christian Kern e quindi il Primo Ministro del Liechtenstein Hadrian Hasler: entrambi hanno rimarcato che è in Svizzera che il sogno europeo si realizza. L’enorme valore simbolico del tunnel è stato sottolineato anche nel successivo intervento dal Cancelliere tedesco, Angela Merkel: “Il San Gottardo è molto più di un tunnel: è una meraviglia tecnica” che ridurrà i tempi di viaggio tra il Nord e il Sud.

La Merkel si è altresì impegnata a completare il quadruplicamento della linea Karlsruhe-Basilea, importante accesso a Nord del traforo. Ha concluso gli interventi degli ospiti stranieri il Presidente della Repubblica francese, François Hollande, ricordando che il tunnel del Gottardo dà un’idea di Europa “che garantisce la libera circolazione delle persone”.