Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Prevenzione incendi in gallerie metropolitane

L’evoluzione degli standard di sicurezza nella progettazione dei sistemi di trasporto pubblico ha portato negli anni a una progressiva richiesta da parte delle Autorità di affrontare le tematiche relative alla prevenzione incendi attraverso il cosiddetto “approccio prestazionale”

sfondo mm

L’approccio prestazionale ha come obiettivo principale quello di verificare la corretta progettazione dell’impianto di ventilazione durante l’emergenza incendio attraverso l’analisi della propagazione dei fumi con strumenti informatici avanzati, in particolare modelli fluidodinamici 1D e 3D.

L’utilità maggiore di questa sofisticata analisi attraverso modelli analitici e numerici è quella di poter avere un feedback sulla risposta del sistema di ventilazione già dalle prime fasi di progettazione e di poter stabilire il dimensionamento delle macchine e le strategie di ventilazione ottimali, in base al layout della linea e ai dati geometrici principali della gallerie e delle stazioni.

  • Napoli
    1 mm
    La stazione Toledo della Linea 1 della metropolitana di Napoli, ubicata nel quartiere San Giuseppe
  • Metropolitana
    2 mm
    Il profilo altimetrico e sezioni indicative Linea 1 con il prolungamento da CDN a Capodichino
  • Toledo
    3 mm
    L’estratto del modello fluidodinamico monodimensionale
  • Incendi
    4A mm
    La rappresentazione schematica dei risultati delle simulazioni fluidodinamiche monodimensionali
  • Treni
    4B mm
    La rappresentazione schematica dei risultati delle simulazioni fluidodinamiche monodimensionali
  • Ferrovie
    4C mm
    La rappresentazione schematica dei risultati delle simulazioni fluidodinamiche monodimensionali
  • Gallerie
    4D mm
    La rappresentazione schematica dei risultati delle simulazioni fluidodinamiche monodimensionali
  • Rilevamento
    5A mm
    La rappresentazione dei risultati derivanti da simulazioni fluidodinamiche tridimensionali
  • Aerazione
    5B mm
    La rappresentazione dei risultati derivanti da simulazioni fluidodinamiche tridimensionali
  • Emergenza
    6 mm
    Esempio di modello CAD tridimensionale e Meccanici di MM SpA

È facile immaginare come tale metodologia permetta di minimizzare modifiche progettuali sostanziali in fasi più avanzate del progetto. A livello normativo, l’approccio prestazionale prende importanza a partire dal D.M. 9 Maggio 2007 “Approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio”, di carattere trasversale rispetto a tutte le varie “attività soggette”.

In ambito metropolitano, l’approccio ingegneristico agli aspetti antincendio, comunque da tempo in uso per la progettazione dei sistemi di gestione dei fumi, viene oggi anche ufficialmente richiesto dal D.M. 21 Ottobre 2015 “Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio delle metropolitane”.

Quest’ultimo, prendendo spunto da standard internazionali – in particolare dall’americana NFPA 130 -, richiede infatti espressamente l’analisi ingegneristica definendo i principali scenari di incendio da considerare per le stazioni e le gallerie e prescrive livelli di accettabilità dei parametri critici per la sopravvivenza che, qualora rispettati, rendono non necessaria qualsiasi altra valutazione del rischio.