Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Le talpe milanesi corrono veloci

Le TBM della Linea 4 della metropolitana di Milano sottopassano la galleria del passante ferroviario a Dateo

sfondo m4

L’utilizzo delle TBM di diametro di scavo maggiore (9,15 m) riguarda la tratta in corrispondenza delle stazioni profonde del centro storico, così da consentire di costruire le banchine di stazione direttamente all’interno della sagoma interna della galleria in conci, riducendo l’impatto superficiale del cantiere delle stazioni e quindi realizzando, successivamente, il collegamento fra il corpo della stazione, posto centralmente alle due gallerie, e le banchine mediante tre cunicoli di collegamento realizzati con scavo tradizionale “a foro cieco” in terreno precedentemente consolidato.

Altresì, la presenza di viali con parterre centrali nelle tratte esterne, quali gli assi Argonne/Plebisciti/Indipendenza e Lorenteggio, hanno permesso di avere a disposizione maggior spazio in superficie per poter realizzare le stazioni completamente a cielo aperto con le banchine di stazione all’interno della stessa; pertanto, la dimensione utile della galleria diminuisce e di conseguenza anche la dimensione delle TBM necessarie per la loro esecuzione.

I cantieri di alimentazione dei materiali per il funzionamento delle TBM, di tipologia EPB (Earth Pressure Balance), e dello stoccaggio temporaneo del materiale di risulta dallo scavo (smarino) sono ubicati nel:

  • manufatto Ronchetto – tratta Ovest: da manufatto Ronchetto a stazione Solari;
  • manufatto Sereni – tratta Est e tratta Centro: da manufatto Sereni/stazione Forlanini FS a stazione Parco Solari;
  • stazione Linate (ormai dismesso) – da stazione Linate a stazione Forlanini FS/Manufatto Sereni.

Ai fini dello scavo meccanizzato le stazioni Tricolore e Solari saranno utilizzare solamente come cantieri di montaggio e/o smontaggio TBM, senza alcuna funzione di alimentazione.

Il rivestimento definitivo della galleria è realizzato in conci prefabbricati di tipo universale con due tipologie di armatura e due tipologie di geometrie dell’anello, in modo da permettere di avere un raggio geometrico di curvatura dell’anello prefabbricato (R = 150 m) inferiore a quello minimo del tracciato planimetrico delle gallerie (R = 200 m).