Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La Linea C della metropolitana di Roma

La Linea C è la terza metropolitana di Roma che, una volta completata, attraverserà la città da Nord-Ovest a Sud-Est per un totale di 26 km e 30 stazioni, quasi duplicando l’estensione delle attuali linee metropolitane

sfondo metro c

Le gallerie di linea continuano poi in direzione Sud-Est, superate le pendici del Celio, la linea sotto-attraversa le Mura Aureliane a Porta Metronia per continuare parallelamente alle mura fino a raggiungere Piazzale Appio.

In quest’ultimo tratto si inseriscono la stazione Amba Aradam-Ipponio e il Pozzo Multifunzionale 3.3. Le gallerie sono realizzate con scavo meccanizzato in TBM (Tunnel Boring Machine) di tipo EPB (Earth Pressure Balance).

Le macchine sono dotate di una fresa di diametro 6,70 m mentre il rivestimento definitivo della galleria è costituito da conci prefabbricati di spessore 30 cm. Per i vincoli imposti dal tracciato plano-altimetrico della linea, le gallerie tra la stazione San Giovanni ed il pozzo multifunzionale 3.3 sono realizzate con scavo in tradizionale a foro cieco, previo consolidamento del terreno al contorno della sagoma della galleria.

Le attività sono iniziate con la realizzazione di un cunicolo pilota, scavato con la tecnologia del microtunnel per una lunghezza di circa 140 m per ogni via di corsa, e lungo un tracciato avente un raggio planimetrico di curvatura di 200 m. La macchina è stata dotata di una testa fresante di diametro di 3.000 mm mentre il rivestimento in calcestruzzo armato prefabbricato ha un diametro di 2.600 mm.

Una volta giunti con lo scavo nel terreno consolidato in adiacenza alla paratia della stazione esistente San Giovanni Linea A, la macchina è stata smontata ed estratta dal Pozzo multifunzionale 3.3. Il cunicolo pilota è una struttura provvisoria che sarà interamente demolita durante le successive operazioni di scavo per l’esecuzione delle gallerie definitive di grande diametro.

Attualmente, dall’interno di tale struttura, sono in corso i consolidamenti con iniezioni di miscele cementizie, chimiche e cementi micro-fini, atti a migliorare le caratteristiche meccaniche e l’impermeabilità del terreno prima del successivo scavo in allargo.

Il progetto prevede l’esecuzione di 250 raggiere per ogni via di corsa con passo longitudinale di 60 cm, ognuna composta da 20/25 perforazioni di lunghezza media 6 m, per un totale di circa 75 km di perforazione alla fine dei consolidamenti.

La stazione Amba Aradam-Ipponio si estende per circa 120 m in lunghezza e per oltre 30 m in profondità ed è composta da cinque orizzontamenti compresi la copertura e la fondazione.