Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il Copenhagen Cityringen: la validazione del TVS

Cold Flow Test: la metodologia di collaudo del sistema di ventilazione di una metropolitana

sfondo cantene

Il sistema di ventilazione in emergenza svolge un ruolo cruciale nel funzionamento di una linea metropolitana. La sua validazione è pertanto un momento fondante di tutto il percorso progettuale ed esecutivo dell’opera e va eseguita secondo una metodologia approvata e condivisa da tutti i principali oggetti coinvolti (Cliente, Costruttore, Fornitori, Autorità).

Si tratta di un percorso articolato in numerosi step di carattere computazionale e sperimentale così come raccomandato dalla NFPA 130. La progettazione del sistema di ventilazione di una metropolitana si basa sulle analisi quantitative svolte, mediante il ricorso a simulazioni fluidodinamiche in condizioni di funzionamento normale e di emergenza, per verificare se siano sempre garantiti i requisiti progettuali e le condizioni di sicurezza.

  • Copenhagen Cityringen
    1 cantene
    La linea del Copenhagen Cityringen
  • Cold Flow Test
    2 cantene
    Lo SCADA e lo schema di funzionamento del Cold Flow Test
  • Cantene
    3 cantene
    Esempio di misure sperimentali

Tipicamente nei tunnel la prestazione verificata è la velocità critica a monte dell’incendio (simulazioni 1D), mentre nei punti geometricamente più complessi – stazioni e crossover – si verificano le condizioni di vivibilità lungo i percorsi di esodo (simulazioni CFD 3D).

La metodologia, condivisa a livello internazionale per la validazione delle prestazioni del sistema di ventilazione, passa attraverso l’esecuzione dei cosiddetti “Cold Flow Test”, ovvero test di funzionamento del sistema a freddo, in assenza di incendio, in tutte le modalità operative previste a progetto.