Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Posted in:

Al via i lavori della nuova linea tramviaria T2 Bergamo-Villa d’Almè

Entrerà in servizio a Luglio 2026. Previste 17 fermate per 11,5 km di percorso. Servirà 4,5 milioni di passeggeri all’anno per 3.000 t di CO2 e 26 milioni di km di traffico in meno

tramvia T2 Bergamo

Sono iniziati ad Aprile i lavori della nuova linea tramviaria T2 da Bergamo a Villa d’Almè. Dopo una prima fase legata alla risoluzione delle interferenze con i sottoservizi e agli interventi preliminari che hanno interessato alcune aree della nuova tratta, l’approvazione del progetto esecutivo ha dato il via definitivo al cantiere della Linea T2 che, da Aprile di quest’anno a Giugno 2026, secondo fasi di lavoro alterne, realizzerà il tracciato, le fermate, i parcheggi, la pista ciclabile e il nuovo deposito.

La Linea T2 da Bergamo a Villa d’Almè si sviluppa sul sedime della ex Ferrovia della Valle Brembana, attraversa cinque comuni – Bergamo, Ponteranica, Sorisole, Almè, Villa d’Almè – e interessa una popolazione di oltre 240.000 abitanti. Il percorso si snoda per 11,5 km ed è affiancato da una nuova pista ciclabile di 10 km, da San Fermo a Villa d’Almè.

conferenza stampa
1. La conferenza stampa dell’8 Aprile per l’avvio dei lavori della Linea T2

Nel primo tratto urbano, la tramvia della Valle Brembana condivide il tracciato e tre fermate con la tramvia della Valle Seriana. Si tratta delle fermate Bergamo FS, Borgo Palazzo e San Fermo. Dalla successiva nuova fermata Bronzetti, d’interscambio tra le due linee tramviarie, la T2 prosegue lungo il tracciato della vecchia ferrovia della Valle Brembana, dismessa nel 1966.

Il percorso si sviluppa in sede riservata e protetta con 23 attraversamenti a raso, tra stradali e pedonali. Tutto il tracciato è a doppio binario con l’esclusione del breve tratto della galleria Ramera a Ponteranica, che sarà oggetto di uno specifico intervento di consolidamento strutturale. Il tram impiegherà 30 minuti da Bergamo a Villa d’Almé, con una velocità massima di 70 km/h e una velocità di 15 km/h in prossimità delle fermate.

Le fermate della linea T2

In totale, la nuova Linea tramviaria T2 conterà 17 fermate, delle quali nove a Bergamo, due a Ponteranica, due a Sorisole, due ad Almè, due a Villa d’Almè. Inoltre, il progetto prevede la predisposizione di due ulteriori fermate, in collegamento agli interventi di riqualificazione urbanistica nelle aree dell’ex Reggiani a Bergamo ed ex Gres a Sorisole.

tracciato linea T2
2. Il tracciato della linea T2 Bergamo-Villa D’Almè

La nuova fermata Bronzetti è la fermata di interscambio con la Linea T1, in corrispondenza dell’area dove è in corso di realizzazione il progetto per lo smart district ChorusLife Bergamo. Proseguendo lungo il percorso, sono previste la fermata Santa Caterina, a servizio dello storico quartiere cittadino, e la fermata Stadio, che serve direttamente il Gewiss Stadium, il Lazzaretto ed è collocata a ridosso dell’area ex Ismes, oggetto di interventi di riqualificazione urbana. Nel comune di Bergamo sorgeranno anche le fermate De Gasperi, Crocefisso e Sant’Antonio, quest’ultima collocata in prossimità dell’intersezione tra la nuova Linea T2 e la circonvallazione Fabriciano. Per la fermata Reggiani è prevista la sola predisposizione, in attesa dell’intervento di riqualificazione urbana dell’area.

Le fermate a servizio del comune di Ponteranica sono quelle di Pontesecco, Ponteranica e Ramera che, posizionandosi all’interno del parco dei Colli, rientra in territorio comunale di Bergamo. Il territorio di Sorisole conta due fermate: Gres, per la quale è prevista la sola predisposizione e Petosino, collocata ai margini dell’area di riqualificazione ex Gres e dell’area di valorizzazione paesaggistica ambientale della piana del Petos. Qui, in prossimità della fermata è prevista la costruzione del nuovo deposito tramviario destinato ai tram della Linea T2, adibito al ricovero, lavaggio e pulizia di dieci tram.

  • fermata Bronzetti
    3A-fermata-bronzetti
    3A. La fermata Bronzetti
  • fermata ponteranica
    3B-fermata-ponteranica
    3B: La fermata Ponteranica
  • fermata stadio
    3C-fermata-stadio
    3C. La fermata Stadio

Proseguendo verso Almè, il tram arriva alla fermata Paladina e quindi alla fermata Almè Volta, collocata ad Ovest della S.S. 470 dir Villa d’Almè-Dalmine. Le ultime due fermate della nuova linea sono Villa d’Almè Mazzi, interscambio con le linee dei bus extraurbani provenienti dalla Valle Brembana e Villa d’Almè Capolinea, che permette l’interscambio con le linee dei bus extraurbani provenienti dalla Valle Imagna.

Le fermate saranno parallele alla linea tramviaria. L’ingresso sarà garantito attraverso due passaggi pedonali, posti alle due testate della fermata, dotati di rampe di lieve pendenza.

Gli interventi principali

Lungo il tracciato verranno realizzati: una galleria (Pontesecco/Via Maresana), sovrappassi (Sant’Antonio/Fabriciano, Via Drossi, Via Cà Fornaci) e sottopassi (Viale Giulio Cesare, S.S. 470 Villa d’Almè – Dalmine).

Nel comune di Bergamo sarà chiusa al traffico Via De Gasperi, in corrispondenza di Via Pescaria, mentre da Luglio 2024 le chiusure interesseranno Viale Giulio Cesare per l’allargamento del sottopasso esistente che sarà completato a Gennaio 2025. In corrispondenza della fermata Sant’Antonio è in fase di realizzazione il sovrappasso in Via delle Casette.

Al confine tra Bergamo e Ponteranica, il cantiere relativo alla fermata Pontesecco sarà uno dei più lunghi della nuova Linea T2, interessato dalla realizzazione di due sovrappassi e significativi interventi di sottoservizi. In questo tratto, infatti, il tracciato della T2 si svilupperà sopra la circonvallazione, che sarà pertanto abbassata, e il cantiere è attualmente caratterizzato da una carreggiata provvisoria che permette la deviazione del tratto finale della circonvallazione Fabriciano, all’altezza dell’intersezione con Via Ruggeri da Stabello in Bergamo.

ponte Rino
4. Il nuovo ponte Rino tramviario

Il cantiere della fermata Ponteranica, che sorgerà in corrispondenza della vecchia stazione ferroviaria di Via Valbona, sarà anticipato da una serie di interventi preparatori in programma fino al 30 Giugno 2024, dopo i quali inizieranno i lavori della nuova galleria artificiale della Maresana. In questo tratto, infatti, il tracciato della nuova Linea T2 sarà interrato rispetto alla strada e i tram passeranno in galleria. Sempre a Ponteranica, tra Aprile e Ottobre 2024 è previsto il consolidamento della galleria naturale Ramera, unico punto in cui il tracciato sarà su binario unico.

Successivamente saranno realizzati tre ponti, uno sul torrente Morla e due sul torrente Quisa, e il sovrappasso di Via Drossi a Sorisole. Nel comune di Almè, in corrispondenza del cantiere per la fermata Paladina, a Settembre 2024, inizieranno gli interventi di costruzione del nuovo ponte sul torrente Rigos e la copertura del torrente Quisa. Nelle stesse giornate prenderanno il Via i lavori per le rotatorie di Via dei Sentieri e lungo la S.S. 470 dir Villa d’Almè-Dalmine, con il relativo sottopasso ciclopedonale e chiusure parziali interesseranno Via Ponte Regina.

A Villa d’Almè, in corrispondenza della fermata Villa d’Almè Mazzi, sarà realizzato il sovrappasso di Via Cà Fornaci tra Novembre e Dicembre 2024, mentre l’area prossima al capolinea, da Aprile 2024, è interessata dalla costruzione del nuovo ponte Rino tramviario.

Lungo il tracciato saranno realizzati sette parcheggi di interscambio per un totale di 513 posti auto.

I tram e il nuovo deposito

L’entrata in servizio della Linea T2 avverrà con la messa in funzione di 10 nuovi veicoli elettrici. I nuovi tram Skoda sono lunghi 33 m, con una capacità massima di 281 passeggeri. Su ogni mezzo sono previsti 66 posti a sedere, di cui 64 fissi e due pieghevoli (ribaltabili) in corrispondenza degli spazi riservati alle sedie a rotelle. I nuovi veicoli elettrici si integrano ai 14 già in servizio sulla Linea T1, formando una flotta complessiva di 24 tram che potranno viaggiare su entrambe le linee.

  • Tram Skoda
    5A-tram-skoda
    5A. I nuovi tram Skoda
  • Interni del tram
    5B-interni-tram
    5B. Gli interni dei nuovi veicoli elettrici

La velocità massima raggiunta sarà di 70 km/h. Nel tratto più urbanizzato, tra Ponteranica e Bergamo, sarà di 50 km/h, che scendono a 15 km/h in prossimità degli attraversamenti stradali.

Lungo la Linea T2 è prevista la costruzione di un nuovo deposito, situato in prossimità della fermata Petosino, che servirà  per il ricovero, lavaggio e pulizia di dieci tram.

Il Centro di Controllo Operativo di Ranica, già sede, deposito e officina della Linea T1, rimane il cuore operativo di entrambi i servizi tramviari.

deposito di Petosino
6. Il deposito a Petosino

La pista ciclabile

La nuova Linea T2 sarà affiancata da 10 km di nuova pista ciclabile, da San Fermo a Villa d’Almè. La pista ciclabile della larghezza di 2,5 m, si collega alle reti ciclabili esistenti e al piano strategico per la mobilità ciclistica. Il percorso ciclabile consente un accesso alternativo alle fermate e un collegamento con i centri urbani attraversati dalla linea tramviaria.

Tra le fermate Ramera e Paladina i tram fiancheggiano l’area naturalistica del Parco dei Colli, costeggiando aree verdi a Sud e centri abitati a Nord.

Al termine dei lavori, lungo la nuova Linea T2 saranno piantati 925 alberi e arbusti. Nel dettaglio, a fronte di 285 piante abbattute, ne saranno piantate 478 tra tigli e querce, oltre a 447 arbusti.

Il progetto

Il progetto di fattibilità tecnico-economica della Linea T2 – sviluppato da TEB nel Dicembre 2018, in collaborazione con il comune di Bergamo e corredato degli accordi sottoscritti con la Regione, la Provincia ed i comuni interessati dal tracciato – è stato valutato positivamente (rapporto benefici/costi di 1,86) e finanziato nel 2019 dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Nello specifico, l’investimento complessivo è di 225.013.000 Euro, di cui 184.445.000 Euro corrispondenti al totale dell’affidamento al RTI: 142.399.000 Euro destinati a lavori, 34.800.000 Euro per fornitura e attrezzaggio dei veicoli tramviari, 2.528.000 Euro per la progettazione esecutiva e 4.718.000 per oneri della sicurezza. All’importo si aggiungono 40.568.000 Euro come somme a disposizione per la copertura di spese tecniche, espropri e opere connesse, risoluzione delle interferenze, opere di completamento, accantonamento per revisione prezzi, attività tecnico amministrative e legali, collaudo tecnico amministrativo, collegio consuntivo tecnico e imprevisti.

I numeri del progetto T2
7. I principali numeri della linea T2

L’investimento è finanziato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, da Regione Lombardia, dal Comune e dalla Provincia di Bergamo e dagli altri Comuni interessati dal tracciato con il supporto del Consorzio BIM.

Il progetto definitivo è stato redatto dal raggruppamento temporaneo di progettisti denominato “RTI Tramsì” – costituito da ITALFERR in qualità di mandataria e, in qualità di mandanti, E.T.S., S.D.A. Progetti e Ing. Arini. L’architetto Paolo Belloni, su mandato di TEB, ha inoltre fornito la consulenza progettuale per la qualità architettonica e paesaggistica dei manufatti, del deposito e delle fermate di Bronzetti e Ponteranica.

A seguito di gara pubblica i lavori per la realizzazione dell’opera sono stati affidati al raggruppamento temporaneo d’imprese (RTI) formato da Impresa Milesi Geom. Sergio, GCF Generale Costruzioni Ferroviarie, Skoda Transportation e Impresa Edile Stradale Artifoni. Il raggruppamento di imprese ha in carico la progettazione esecutiva, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione esecutiva, l’esecuzione dei lavori, la fornitura e l’attrezzaggio dei veicoli tramviari.

Il progetto esecutivo è stato predisposto dal RTP composto da Systra-Sotecni SpA (mandataria), SWS Engineering SpA (mandante) e Architecna Engineering Srl (mandante) con la partecipazione di: Ing. Francesco Nozza, Ing. Stefano Rossi, Ing. Giuseppe Pasinetti, Ing. Agostino Maninetti, Arch. Ivanoe Mauro Rapanà, Geol. Mattia Benzi, Ing. Davide Grablovitz.

Si invita a consultare il sito www.t2vallebrembana.it/ per tutti gli aggiornamementi

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <