Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

IPAF ANCH’IO 2022, l’impegno di tutti per la sicurezza

ipaf

Nella funzionale cornice del Savoia Regency Hotel di Bologna, giovedì 26 maggio si terrà la seconda edizione di IPAF ANCH’IO.

In un contesto in cui la sicurezza sul lavoro sembra sempre più fragile ed è per molti più semplice esprimere un comportamento reattivo attraverso lo sdegno e puntando il dito verso norme o controlli, IPAF vuole richiamare tutti a un’assunzione di responsabilità secondo i criteri dell’aggregazione e dell’inclusività rappresentati nella scelta del nome dell’evento, già espressi nella prima edizione del 2018.

IPAF ANCH’IO è quindi un’opportunità di incontro e scambio tra i soci e i Centri di formazione IPAF e i produttori, i noleggiatori e i distributori di piattaforme aeree, soci e non soci e tra questi e il mercato in cui condividere questo impegno.

Sarà un evento di presentazione di prodotti e attrezzature e di riflessione sui temi più attuali del settore, di creazione di legami professionali e, perché no, anche di svago.

Il programma prevede che nella mattinata si svolgerà la seconda parte del PDS 2022, l’annuale seminario di sviluppo professionale per gli istruttori IPAF.

Il pomeriggio sarà invece aperto a tutti con il convegno dal titolo “Manutenzione, consapevolezza, coinvolgimento e azione“, cui seguiranno un talk show tra giornalisti e pubblico e diversi momenti ludici e di networking.

I temi che hanno dato spunto al titolo sono stati individuati, come consuetudine, in seno ai due Consigli IPAF operanti in Italia, l’INIC di indirizzo prettamente ‘politico’ e il TWG di indirizzo didattico-formativo.

E quindi manutenzione, perché una delle principali cause degli incidenti è proprio un inadeguato e superficiale controllo tecnico delle macchine in circolazione. Consapevolezza, cioè la presa di coscienza del proprio ruolo nel settore, che conduce a un comportamento più proattivo. Coinvolgimento, il sentirsi chiamati con altri soggetti a rafforzare questo impegno con una partecipazione impegnata e responsabile, informarsi sulle cause degli incidenti e sui correttivi, farsi domande senza sosta e cercare di correggere le proprie condotte e quelle altrui. Infine, azione, intesa come la capacità di produrre effetti virtuosi attraverso condotte e pratiche esemplari che diventano testimonianza quotidiana e fonte di ispirazione.

Una delle novità di questa seconda edizione è costituita da #showmysafety, uno spazio destinato a rapide presentazioni (3 minuti ciascuna) in cui le aziende presentano le proprie soluzioni studiate per incrementare la sicurezza nel nostro comparto.

Chiuderà il convegno un talk show in cui alcuni giornalisti guidati da Pier Angelo Cantù animeranno un confronto con i presenti.

A seguire, sarà messo in scena uno spettacolo con il corpo di ballo del coreografo Prof. Pierpaolo Trani e la musica degli ‘SOS Save our souls’, organizzato con la collaborazione dell’azienda Faraone.

Così dichiara Maurizio Quaranta, Responsabile di IPAF in Italia: “Il ringraziamento mio e di IPAF va a tutti i produttori, noleggiatori e distributori di PLE e di PLAC, di componenti, accessori e attrezzature di sicurezza, ai fornitori di servizi e di materiali, alla nostra Squadra, alla Stampa specializzata, alle Associazioni Partner, a chi ha deciso di sponsorizzare l’evento fidandosi dei nostri contenuti e delle nostre idee. Grazie, grazie, grazie”.