Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

WTC 2019: il mondo del tunnelling

Più di 2.500 partecipanti da 60 Paesi per l’edizione italiana dell’appuntamento internazionale che nel 2020 farà tappa in Malesia

sfondo wtc

Le costruzioni ipogee dipendono in gran parte dalle proprietà geologiche, idrogeologiche e geotecniche del terreno, che hanno un’influenza determinante sui metodi necessari per la corretta realizzazione delle opere. Inoltre, la difficoltà nel prevedere il comportamento del terreno implica un’incertezza intrinseca in questo tipo di costruzioni, che dà origine a rischi contrattuali unici in termini di fattibilità, tempi e costi di costruzione.

Sempre in occasione del WTC di Napoli, la Società Italiana Gallerie ha presentato e divulgato The Italian Art of Tunnelling 2019, una pubblicazione che illustra le principali opere in costruzione in Italia o in corso di realizzazione all’estero da parte di contractor italiani, oltre alle tecnologie più innovative sviluppate dall’industria del nostro Paese.

Al successo dell’evento hanno contributo anche tutti i membri del Comitato Scientifico, in rappresentanza del mondo accademico internazionale, oltreché tutti i componenti del Comitato Esecutivo e del Comitato Organizzativo, in rappresentanza del mondo delle Imprese e delle Istituzioni, affiancati da AIM come Professional Congress Organizer (PCO) e da PPAN come Communication Partner.

Nei giorni del congresso a Napoli è stata eletta anche la prima donna presidente dell’associazione ITA-AITES, Jinxiu (Jenny) Yan, in rappresentanza della Cina e con un ruolo attivo nella società che gestisce la rete ferroviaria cinese, mentre la carica di vice presidente è stata assegnata a Giuseppe Lunardi, CEO di Rocksoil SpA.

Infine, è stata scelta la città sede del congresso del 2022, che si terrà in Messico. Le prossime tappe per il WTC saranno dunque a Kuala Lumpur dal 15 al 21 maggio 2020, a Copenaghen nel 2021 e a Cancùn nel 2022.

Foto di Fotograficacongressi

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,