Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

WTC 2019: il mondo del tunnelling

Più di 2.500 partecipanti da 60 Paesi per l’edizione italiana dell’appuntamento internazionale che nel 2020 farà tappa in Malesia

sfondo wtc

Il WTC 2019 ha rappresentato quindi una lezione proficua per il networking tra esperti che parlano lo stesso linguaggio e desiderano ampliare le proprie conoscenze e il proprio business.

Le novità dell’edizione italiana includono gli e-poster, articoli digitali diffusi e consultabili sull’App dell’evento, pensati per dare valore agli autori che non hanno avuto la possibilità di illustrare dal vivo i propri lavori, facilitando anche il confronto diretto tra i partecipanti e gli autori stessi: una modalità di condivisione grazie alla quale sono stati organizzati oltre un centinaio di incontri.

I tre migliori e-poster sono stati premiati nel corso dell’ultima giornata del Congresso:

  1. al primo posto “Excavating through hard rock formations with TBM: technical challenges of the Follo Line project” di Massimo Maffucci, Ghella SpA Italia;
  2. al secondo posto “Rescuing and rebuilding TBMs in adverse ground conditions” di Detlef Jordan, The Robbins Company, Germania;
  3. al terzo posto “Numerical investigations on the system behaviour of a ductile shotcrete lining with yielding elements”, di Anna-Lena Hammer, Institute for Tunnelling and Construction Management, Università della Ruhr, Bochum, Germania.

Oltre ai contenuti scientifici e agli incontri volti a favorire la ricerca e il business su scala internazionale, è stata allestita un’estesa area espositiva sia all’interno dei padiglioni della fiera che nello spazio esterno.

Alla Mostra d’Oltremare erano presenti anche i macchinari più avanzati del settore e 200 stand di Aziende di varie Nazioni, tra cui le maggiori Committenze, Imprese di costruzioni e Società produttrici di attrezzature d’Italia e del mondo.

Nel corso dell’evento è stato presentato anche l’Emerald Book, una pubblicazione a cura di International Federation of Consulting Engineers (FIDIC) e International Tunnelling and Underground Space Association (ITA-AITES), che illustra una nuova forma di contratto per il tunnelling e le opere in sotterraneo.

L’Emerald Book, che rappresenta il risultato di diversi anni di lavoro, ha identificato le principali questioni che la nuova forma standard di contratto dovrebbe affrontare per promuovere un’equa ripartizione del rischio e l’efficace trattamento di condizioni tipicamente imprevedibili nei progetti di costruzione di opere sotterranee.

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,