Autostrada A10 "dei Fiori"

  • sfondo matildi

    Pubblicato in:

    Il Morandi rovesciato

    La necessità della memoria e la necessità del rinnovamento: un tentativo di rispettare il passato con un’opera proiettata nel futuro
  • sfondo intro

    Pubblicato in:

    Alcuni progetti per Genova

    Il crollo del viadotto Polcevera sulla A10 ha monopolizzato l’informazione della seconda metà del 2018, sia per i suoi aspetti umani sia per i suoi aspetti economici sia, infine, perché è diventata una vetrina per tanti Politici o Progettisti
  • sfondo maffeis

    Pubblicato in:

    Viabilità su due piani con il tracciato vincente

    Il progetto del nuovo attraversamento proposto dalla Società Maffeis Engineering SpA (in raggruppamento con i Proff. Camillo Nuti, Ivo Vanzi, Carmen Andriani, Mario Alberto Quaglia, Francesco Vetrò e Bruno Briseghella) e dall’Impresa Pizzarotti SpA ha cercato di conciliare al meglio tutti i vincoli posti dal Commissario per la nuova opera. In estrema sintesi, le esigenze considerate per la progettazione riguardano aspetti tecnici, economici, temporali e - non ultimo - estetici
  • sfondo 3ti

    Pubblicato in:

    Il ponte prima di tutti

    3TI Progetti, Società di ingegneria romana, insieme a SALC e alla Cinese CCCC ha elaborato diverse soluzioni focalizzate sull’ottimizzazione dei tempi e dei costi di realizzazione
  • sfondo mapei

    Pubblicato in:

    Protezione delle armature dai fenomeni di corrosione

    La Redazione ha posto alcune domande sul tema della protezione catodica galvanica all’Ing. Federico Laino della Building Line di Mapei SpA, che ci ha parlato anche di un caso applicativo: quello per il nuovo cordolo del viadotto Mollere sull’Autostrada dei Fiori, nel tronco A6 Torino-Savona. A otto anni di distanza, il sistema di controllo installato conferma che la struttura è ancora protetta
  • sfondo merzagora

    Pubblicato in:

    Logistica e ruolo dell’Italia: si parte da Novara

    Il Convegno “Il Corridoio Rotterdam-Genova e la cerniera di Novara “per il territorio””, organizzato lo scorso 18 Maggio nel Capoluogo piemontese dall’associazione italiana linea ferroviaria di Alta Capacità Gottardo (ACG), ha delineato le misure da adottare affinché le merci che arrivano in Europa possano essere smistate nei porti e retroporti nel Sud Europa con rotte più brevi, anziché transitare da quelli sul mare del Nord