Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La protezione totale del calcestruzzo

Il sistema della Coprem per le vasche di laminazione prefabbricate modulari o gettate in opera

sfondo cop

  For English version: https://www.stradeeautostrade.it/en/materials-technologies/the-absolute-protection-for-concrete/

Gli interventi di trasformazione urbanistica e lo sviluppo edilizio che si sono avuti continuamente negli anni, insieme all’aumentata intensità degli eventi meteorici stanno portando un incremento degli apporti di acqua piovana ai sistemi di smaltimento modificandone i regimi idraulici e idrogeologici.

Sempre più spesso le Normative regionali e comunali in conformità alle Direttive europee impongono di controllare le acque in arrivo alle reti fognarie consentendone lo smaltimento attraverso l’infiltrazione naturale nel terreno senza inquinare le falde sotterranee solo dopo avere separato le acque di prima pioggia, che poi vengono pompate alla fognatura pubblica o all’impianto di depurazione a portata limitata e costante, se del caso a valle di specifici trattamenti di disoleazione o tramite impianti di tipo chimico-fisico.

Coprem
1. Esempio della modularità del sistema Coprem per le vasche di laminazione nel cantiere di Paris Charles De Gaulle Express

Questi interventi prevedono l’installazione di una o più vasche per l’invarianza idraulica: tali vasche di accumulo sono in grado di fungere da ammortizzatore idraulico grazie ai volumi di stoccaggio temporaneo dei deflussi e alla riduzione dell’infiltrazione durante i piovaschi di notevole intensità e durata, in quanto trattengono temporaneamente la portata intercettata dalle superfici impermeabili.

I piazzali interessati alle precipitazioni meteoriche devono essere opportunamente predisposti per favorirne il convogliamento con interventi mirati a depurare le acque di prima pioggia provenienti da strade, autostrade, zone di transito, piazzali di stazioni di servizio, di parcheggi e demolizioni auto, inquinate principalmente dalle perdite delle autovetture in sosta o di passaggio con la presenza di oli minerali, sabbie e terriccio.

ponte Genova San Giorgio
2. Esempio della modularità del sistema Coprem per le vasche di laminazione nel cantiere del ponte Genova San Giorgio

Coprem realizza vasche di laminazione di ogni dimensione e tipo, sfruttando la modularità degli scatolari in produzione, anche di grandi dimensioni, che possono essere composti come i mattoni di un Lego per realizzare i progetti più impegnativi come quelli in occasione della costruzione della Pedemontana Lombarda, della messa a norma del piazzale di una multinazionale, della riqualificazione della piazza centrale in un capoluogo di provincia, del recente Charles de Gaulle Express – la nuova linea ferroviaria che unisce l’aeroporto al centro di Parigi – e dell’intervento al ponte Genova San Giorgio, sempre con un vantaggio significativo nei tempi di realizzazione del cantiere.

Il sistema di protezione garantisce l’assoluta impermeabilizzazione anche in caso di ampie fessure dovute a smottamenti sismici o assestamenti: questo per merito delle proprietà di allungamento di oltre il 600% del liner HDPE T- Grip, utilizzato e commercializzato in esclusiva dalla Società stessa in tutta Europa.

Il sistema modulare della Coprem offre capienza volumetrica pressoché infinita e diversi sistemi di protezione della superficie interna.

  • vasche di laminazione
    3 cop
    3. La vasca nel comune di Villa Guardia (CO) per il progetto di riqualificazione del comparto afferente allo scolmatore consortile per la separazione delle acque di prima pioggia, con sistema di pompaggio per lo svuotamento automatico dopo la fine dell’evento di pioggia nelle 24-48 ore successive
  • copertura
    4 cop
    4. Un esempio di copertura con liner HDPE T-Grip della superficie interna di una vasca gettata in opera

Le più utilizzate sono le vasche CPL con il rivestimento integrale della superficie interna del calcestruzzo con liner HDPE T- Grip o le vasche Giunto Saldato con il rivestimento del liner HDPE T- Grip solo sui giunti con l’assoluta garanzia per entrambe le soluzioni di tenuta idraulica, attraverso radiografia e certificazione della saldatura dei giunti (https://www.coprem.it/soluzioni/vasche-di-laminazione/vasche-di-laminazione.html).

L’Ufficio Tecnico Coprem può offrire una ampia gamma di soluzioni progettuali chiavi in mano in funzione delle varie esigenze, compresa la possibilità di applicare il liner HDPE T-Grip sulle vasche gettate in opera offrendo la stessa garanzia di impermeabilizzazione, di tenuta idraulica e protezione che garantiscono i moduli prefabbricati.

Il servizio chiavi in mano della Coprem Servizi ancora una volta fa la differenza: un unico interlocutore per progettare, produrre, posare e saldare con le relative certificazioni di garanzia della tenuta, per avere sempre la soluzione giusta con il miglior rapporto qualità prezzo.

Nel caso di progetti con vasche che devono obbligatoriamente essere gettate in opera, Coprem con il suo Staff tecnico e con la Divisione Coprem Servizi è in grado studiare nei minimi dettagli l’applicazione del rivestimento in HDPE T- GRIP sui casseri prima del getto in opera eseguendo successivamente le saldature con la relativa radiografia, con la garanzia che anche in questo caso siano rispettate tutte le caratteristiche di impermeabilità richieste dalle specifiche di progetto. 

  • liner
    5A cop
    5A. Lastre di liner HDPE T-Grip
  • HDPE T-Grip
    5B cop
    5B. Le caratteristiche delle lastre di liner HDPE T-Grip

I vantaggi delle vasche di laminazione

La gamma è completa, quindi risponde ad ogni esigenza:

  • assenza di infiltrazioni nel corpo della vasca;
  • resistenza agli agenti chimici e all’abrasione;
  • elasticità del liner (allungamenti superiori al 600%) con deformazione senza rottura e compensazione degli eventuali assestamenti della vasca senza causare perdite;
  • possibilità di posizionare il liner anche per getti in opera;
  • elevata aderenza del liner al calcestruzzo (resistenza al distacco oltre i 38.000 kg/m2);
  • mantenimento nel tempo delle caratteristiche di progetto (più di 100 anni);
  • autopulizia per il limitato attrito interno;
  • verifica delle saldature dei giunti con scintillografo per garantire la perfetta tenuta idraulica.

  For English version: https://www.stradeeautostrade.it/en/materials-technologies/the-absolute-protection-for-concrete/

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <