Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

L’impianto da cantiere tre in uno per non fermarsi mai

Per produrre calcestruzzo di qualità, misto cementato e fresato a freddo adesso basta un unico impianto: il 2 MIX-MC PRO è l’ultimo nato in casa Euromecc ed è studiato per farlo al meglio, ideale per lavori in ambito aeroportuale e autostradale

sfondo euromecc-vitali

La Euromecc, a quattro mani con Esperti del Gruppo Vitali, ha studiato un impianto che racchiude la velocità di produzione di un impianto da cantiere in continuo, l’elevata capacità produttiva e la facilità di mobilità con la precisione di un impianto a peso. Rappresenta un’ottima soluzione per i cantieri stradali e per la realizzazione di aeroporti, parcheggi e piazzali, ed in generale ovunque sia richiesta mobilità, rapidità di movimentazione e ingombri minimi.

I vantaggi di avere tre impianti in uno

Negli ultimi anni, molti passi in avanti sono stati fatti nel campo di impianti congiunti. I reparti tecnici e R&D della Euromecc hanno dato vita agli impianti 2 MIX-MC per stabilizzazione e riciclaggio a freddo, grazie ai quali già migliaia di chilometri di strade sono state rinnovate con successo.

L’impianto da cantiere tre in uno
1. L’impianto in configurazione di trasporto

Con il 2 MIX-MC PRO, di fatto, si è passati da un sistema di dosaggio con pesatura dinamica in continuo a un impianto a batch a tutti gli effetti, con l’ulteriore beneficio di una maggiore velocità data dal funzionamento ad estrazione continua.

La Vitali SpA, che punta all’efficienza dei processi realizzativi e della gestione del cantiere, lo ha scelto per eseguire la fornitura del calcestruzzo necessario alla realizzazione delle testate delle piste aeroportuali eseguite anche in ambito militare.

Nelle aree di manovra degli aeroporti, per sostenere i carichi degli aeromobili durante le operazioni di rullaggio, sosta, decollo e atterraggio, generalmente si preferisce una pavimentazione in calcestruzzo non armato. Si tratta di una soletta continua, messa in opera con una finitrice per calcestruzzo a cassero scorrevole (slipform).

L’impianto da cantiere tre in uno
2. Alcuni dei prodotti realizzabili: calcestruzzo strutturale, misto cementato e fresato a freddo

La fornitura della Vitali SpA, eseguita mediante l’installazione in sito dell’impianto, ha interessato la realizzazione di pavimentazioni rigide per circa 27.000 m2 di superficie, con uno spessore nominale medio 33 cm. Nell’arco di poche settimane sono stati forniti 9.000 m3 di calcestruzzo C37/45 in consistenza S1 realizzando piastre larghe 7,50 m e lunghe 300 m.

L’impianto inoltre è stato utilizzato per eseguire il confezionamento di circa 5.000 m3 di conglomerato bituminoso per lo strato di base riciclato a freddo e costituito da una miscela di conglomerato bituminoso riciclato, proveniente dalla fresatura delle pavimentazioni flessibili preesistenti, emulsione bituminosa e cemento portland, necessario alla realizzazione delle pavimentazioni flessibili relative alle banchine di bordo pista dell’infrastruttura di volo.

In sintesi, il principio di funzionamento dell’impianto prevede dunque:

  • processo di dosaggio tramite estrazione dei prodotti a pesata controllata con alto livello di precisione;
  • miscelazione e omogenizzazione dei prodotti per mezzo di un mescolatore continuo ad alto rendimento.
L’impianto da cantiere tre in uno
3. Un dosaggio in continuo

Restano inalterate le caratteristiche della linea di impianti mobili Euromecc, preassemblati e precablati, pronti per una rapida installazione su platea in calcestruzzo o terra battuta, senza alcuna necessità di complesse opere civili.

Il Gruppo Vitali nell’ultimo anno e mezzo ha acquistato ben quattro di questi impianti di ultima generazione utilizzati sui principali cantieri; in particolare, due sono dedicati alla produzione di misto cementato ed Ecobase (asfalto a freddo) e due dedicati alla realizzazione di calcestruzzi preconfezionati.

Anche nel 2014, in relazione al rifacimento delle infrastrutture di volo dell’aeroporto di Orio al Serio (BG) e nella più recente riqualificazione all’aeroporto internazionale di Linate datata 2019, Vitali si è avvalsa di impianti a firma Euromecc dando grande fiducia al marchio, prodotti tecnologicamente avanzati e versatili.

autobetoniere
4. Il convogliatore di carico idoneo ad alimentare sia camion che autobetoniere

Il cuore dell’impianto: il mescolatore bialbero in continuo MEC150

I materiali che compongono la miscela sono caricati all’interno del mescolatore in modo costante. I mescolatori in continuo si sviluppano in lunghezza, ricevono i componenti da una estremità e fanno fuoriuscire il prodotto mescolato da un’apertura praticata sul fondo all’estremità opposta.

La vasca presenta una lunghezza utile di ben 2.635 mm e un rivestimento intercambiabile in acciaio Hardox® 450. Pale in lega al cromo imbullonate a bracci in acciaio, anch’essi bullonati agli alberi e quindi entrambi facilmente sostituibili, riducono al minimo i tempi di fermo-macchina per manutenzione. Sul piano della sicurezza, si segnalano i finecorsa magnetici, essendo gli unici certificati CE secondo le Normative vigenti.

Le potenzialità offerte risultano decisamente degne di nota, essendo in grado di raggiungere una produzione teorica di 150 m3/ora per la produzione in continuo o a batch (fino a 360 kg/m3 di cemento).

  • L’impianto da cantiere tre in uno: Mescolatore MEC150
    5 euromecc-vitali
    5. Il mescolatore MEC150
  • L’impianto da cantiere tre in uno: Mescolatore MEC150
    6 euromecc-vitali
    6. Il mescolatore MEC150 è dotato di rivestimenti in Hardox®
  • L’impianto da cantiere tre in uno: Mescolatore MEC150
    7 euromecc-vitali
    7. Il gruppo vasche con il modulo aggiuntivo da tre vasche

Il mescolatore MEC150 presenta caratteristiche uniche sul mercato non solo dal punto di vista geometrico. La potenza installata di 30 kW è gestita da inverter, consentendo di agire direttamente sulla velocità di rotazione al fine di incrementare il tempo di permanenza dei prodotti all’interno della camera di miscelazione, garantendo stati di omogeneizzazione ineguagliabili.

Completando la miscelazione in autobetoniera, si ottiene un calcestruzzo preconfezionato di elevata qualità. Il mescolatore può essere inoltre fornito in variante basculante, come optional, per avere un’ulteriore regolazione sul tempo di permanenza all’interno della vasca.

Lo stoccaggio e il dosaggio in continuo e a batch

Una volta completata la fornitura per l’aeroporto militare, l’impianto mobile 2 MIX-MC PRO di Vitali è stato inizialmente trasferito presso il cantiere dell’aeroporto di Cagliari – dove è stato utilizzato per la produzione di misto cementato, Ecobase e calcestruzzo sia a dosaggio che a resistenza – ed è ora spostato a Oschiri per la fornitura di calcestruzzo e misto cementato per la Olbia-Sassari. In questo caso, è stato equipaggiato con il secondo modulo per lo stoccaggio degli inerti.

Impianto
8. Lo schema dell’impianto dotato di modulo aggiuntivo a tre vasche

Le due vasche del modulo principale, 18,5 m3 cadauna di stoccaggio, sono installate su gruppi indipendenti di celle di carico, garantendo la precisione delle pesate per produzioni a batch per l’ottenimento di prodotti certificati, secondo le Norme vigenti in materia.

Il modulo di vasche aggiuntivo, che incrementa Il numero di scomparti inerti da due a cinque scomparti, consente di stoccare fino a 92,5 m3 su vasche indipendenti e di caricare gli inerti in maniera alternativa sul gruppo vasche dal quale non è in atto l’estrazione dei prodotti. Su tutti i nastrini estrattori sono installate delle terne pesatrici che rafforzano l’affidabilità dei risultati. 

L’impianto da cantiere tre in uno
9. Il modulo aggiuntivo si integra perfettamente al modulo base

Dati tecnici

  • Stazione Appaltante: So.G.Aer. SpA Società Gestione Aeroporto Cagliari-Elmas
  • Contraente Generale: Vitali SpA
  • Project Manager e progetto preliminare, definitivo ed esecutivo: Ing. Massimo Rodriguez
  • RUP: Ing. Mario Orrù
  • Direzione dei Lavori e Responsabile Sicurezza: Ing. Massimo Rodriguez
  • Direzione Lavori operativa: Ing. Silvia Portas
  • Esecutori dei Lavori: R.T.I. Vitali SpA e So.Ge.La Srl
  • Importo dei lavori: 1.904.321,57 Euro
  • Durata dei lavori: 120 giorni

La quantità di cemento è controllata per mezzo di due polmoni pesatori che possono lavorare insieme in modalità alternata, garantendo la continuità delle operazioni per le produzioni in continuo e soddisfacendo richieste di produzione di calcestruzzo con dosaggi ad alto tenore di cemento; l’estrazione avviene per mezzo di rotovalvole azionate da inverter.

cantieri stradali
10. Le tramogge pesatrici possono essere rivestite in Hardox®

L’introduzione del doppio sistema di dosaggio indipendente per i materiali pulverulenti rende l’impianto idoneo all’utilizzo per appalti che impongano l’utilizzo in miscela di filler, oltre che di cemento.

In abbinamento alla pompa dedicata al dosaggio dell’emulsione di bitume, con annesse barre spruzzatrici interne alla camera di miscelazione, la macchina è idonea alla produzione di asfalti a freddo.

Acqua e additivi sono gestiti dall’accoppiamento di contalitri e pompe anch’esse azionate da inverter. Il convogliatore di carico è idoneo sia per le autobetoniere che per i vani di carico di camion aperti. 

Automazione e software

L’automazione proposta nasce come evoluzione delle automazioni per impianti volumetrici 2 MIX-MC, aggiungendo la possibilità di gestire sia le pesate in continuo, effettuate dai nastrini estrattori, che le celle di carico installate su ogni vasca indipendente.

Lo speciale software installato consente, tramite quadro sinottico e pannello touch screen, di selezionare con semplicità le modalità di produzione “in continuo” o “a peso”, per produzioni di calcestruzzo discontinue e certificate.

11. Il quadro elettrico per una gestione manuale del sistema e per le operazioni di manutenzione

Nel caso di produzioni di calcestruzzo preconfezionato, il software commuta il segnale ricevuto dalle celle di carico al fine di certificare i dosaggi della miscela, e indica agli operatori la sospensione delle operazioni di carico inerti tramite l’apposito impianto semaforico. Tutti i dati sono inoltre archiviati ed esportabili in formato *.csv così da soddisfare i requisiti necessari per accedere ai programmi di Industria 4.0.

Vi è la possibilità di accedere alla gestione dell’impianto da remoto, mediante tablet industriale, PC o un apposito radiocomando in grado di operare entro un raggio di circa 40 m.

La soluzione mobile completa per la produzione in cantiere

L’impianto è montato su un telaio realizzato appositamente per il trasporto stradale su normali trailer. Sono inoltre disponibili diversi accessori a favore di una mobilità estrema, quali silos orizzontali, gruppo elettrogeno a bordo e sistema di sollevamento idraulico, che permettono di passare dalla configurazione di trasporto a quella di esercizio in tempi ridottissimi, senza l’utilizzo di gru per il montaggio.

  • 12 euromecc-vitali
    12. Vista complessiva dell’impianto
  • 13 euromecc-vitali
    13. Il modulo base è totalmente indipendente e in grado di operare in autonomia

Che si voglia produrre misto cementato, stabilizzati, riciclaggio di fresato, asfalto a freddo o calcestruzzo preconfezionato, sono garantite ottime prestazioni e mantenuti gli elevati standard qualitativi che da oltre 50 anni contraddistinguono la Euromecc.

L’impianto 2 MIX-MC PRO è, in pratica, la concentrazione di tre soluzioni in una macchina unica.

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <