Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Impalcato ferroviario obliquo precompresso gettato in opera

Ad opera della Enser Srl, le fasi costruttive dei due impalcati in c.a.p. del Lotto 13 del Nodo AV di Bologna

Sono stati disposti due appoggi provvisori in corrispondenza di ogni appoggio definitivo per un totale di 12 appoggi provvisori. Questi ultimi sono composti da due elementi sovrapposti, ognuno formato da due piastre (di dimensioni 650×500 mm e spessore 20 mm) e da un profilo HEB 300 lungo 395 mm irrigidito da quattro piastre di spessore 12 mm. La tesatura dei cavi da precompressione è stata effettuata operando da un solo lato.

Tale modalità è stata preferita alla più dispendiosa tesatura simmetrica. La prima fase di getto è stata interrotta in corrispondenza degli sbalzi in modo da permettere una più semplice disposizione dei martinetti in corrispondenza del traverso per le operazioni di tesatura.

Fase 4: il calaggio sugli appoggi definitivi

Dopo lo smontaggio del cassero, si è provveduto al calaggio dell’impalcato sugli appoggi definitivi, eseguito nelle seguenti fasi successive:

  • posa in opera degli appoggi definitivi;
  • posizionamento dei martinetti;
  • sollevamento dell’impalcato sufficiente all’asportazione degli appoggi provvisori;
  • asportazione dell’elemento superiore degli appoggi provvisori e riposizionamento del foglio di neoprene;
  • ripetizione dei passaggi 3 e 4;
  • asportazione completa degli appoggi provvisori;
  • calaggio dell’impalcato sugli appoggi definitivi;
  • smontaggio dei martinetti;
  • posa in opera dei ritegni sismici.