Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Gli ingredienti per il consolidamento di ponti in calcestruzzo

Gli elementi fondamentali che consentono di ottenere risultati positivi e duraturi nel campo della riparazione e del rinforzo di infrastrutture viarie

La compatibilità termica presuppone che i materiali aggiunti con l’intervento possiedano moduli elastici e coefficienti di allungamento simili al materiale di supporto, ma ciò che garantisce il trasferimento degli sforzi è quello di ottenere un buon ingranamento della malta di ripristino con il supporto.

L’idrodemolizione del supporto permette di ottenere una macro-ruvidità e attiva un collegamento intimo tra materiale di ripristino e materiale di supporto; in queste condizioni l’aderenza può svilupparsi pienamente. La scarifica meccanica, invece, non fornisce un risultato adeguato perché il processo di preparazione microfrattura il supporto che riceve il ripristino.

Il quinto ingrediente

Il quinto ingrediente è garantire una scelta appropriata dei prodotti con il giusto prezzo di applicazione. Su questo aspetto si riporta quanto descritto nel box per meglio spiegare la situazione attuale italiana.

I prezziari che il Progettista utilizza sono spesso troppo generici e inducono confusione, non vi sono prescrizioni adeguate, sebbene sia pienamente condivisibile la necessità di garantire il regime di libero mercato e di concorrenza: la buona riuscita di un intervento dipende da specifiche tecniche che devono poi essere rispettate in fase di esecuzione. 

Da ciò la necessità di prevedere voci di Capitolato più dettagliate. La scelta della malta dipende anche dal grado e dalla modalità di preparazione del supporto, dalla presenza di vibrazioni, dal più o meno lungo periodo di stagionatura, ecc.. La scelta di indicare un prezzo unico per un così vasto campo di prodotti non aiuta al raggiungimento di un successo.

Il sesto ingrediente

Il sesto ingrediente è l’acquisizione di una adeguata formazione delle Maestranze e rigore nel controllo del costruito. Anche se il progetto è curato, la sua reale performance è sempre legata alle Maestranze che praticamente realizzano ciò che è stato progettato. Le Maestranze devono essere incentivate a tenersi aggiornate e deve essere in un qualche modo aiutata l’Impresa che vuole elevare la qualità del realizzato.

Si deve creare un sistema di controllo che possa favorire le Imprese, i Progettisti e i Direttori Lavori che dimostrano di operare bene; occorre effettuare verifiche sul costruito dopo un congruo lasso di tempo per permettere che deformazioni termiche, trasferimenti tensionali, ritiri e creep possano essersi manifestati.

Occorre che le figure di controllo operino in modo rigoroso e costante per eliminare gli insuccessi, provvedere in corso d’opera al controllo e al rifacimento, quando serve, di interventi non adeguati. Per fare ciò comprendiamo come sia fondamentale che nel progetto vi siano chiare indicazioni sulle performance che le prove di controllo devono assicurare e nei contratti di appalto deve essere chiaro chi si accolla il costo delle prove e quali siano gli obblighi dell’impresa in caso di verifica sperimentale negativa. Il controllo delle forme d’onda dei segnali ultrasonici di percorsi di propagazione diretta che attraversano cioè da parte a parte viaggiando all’interno del nuovo materiale del supporto permettono la stima della compattezza del getto e della presenza di delaminazioni interne. Nel caso in cui la forma d’onda si mostri abbondantemente non regolare, si deve procedere ad un rifacimento locale della porzione non correttamente realizzata.

Conclusioni

Il successo di un intervento di riparazione e/o rinforzo di una struttura esistente in calcestruzzo armato o precompresso implica una serie di “ingredienti” che, come in una buona ricetta, eliminino per quanto possibile i difetti e garantiscano la miglior probabilità di successo. In questa memoria, attraverso alcune personali esperienze degli Autori, si è cercato di analizzare alcuni di questi ingredienti per offrire una analisi critica e proporre migliorie sia per il mondo dei progettisti sia per il mondo delle Imprese sul cantiere.