Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Un ponteggio d’eccezione libera Portofino dall’isolamento

In soli cinque giorni costruita una passerella percorsa da 35.000 persone

sfondo euro

In soli cinque giorni Tecnici e operai, diretti dal Geom. Lorenzo Munarin, hanno realizzato la struttura lavorando in alcuni casi anche sospesi a 10 m sul mare. La strada che collegava prima del 29 Ottobre Portofino a Santa Margherita Ligure in alcuni tratti non esisteva più.

La passerella ha permesso in questo modo di ridare vita a Portofino e di far tornare i turisti anche per il periodo natalizio. Si stima che, dal momento della realizzazione della struttura fino al giorno del suo smantellamento, a seguito della realizzazione della nuova strada, sia stata percorsa a piedi da oltre 35.000 persone e, grazie a delle rampe speciali antisdrucciolo, sia stata attraversata anche da persone disabili in carrozzina e dalle mamme con i passeggini.

“Per noi la passerella è stata una svolta – aveva detto subito dopo la realizzazione della struttura il Sindaco di Portofino Matteo Viacava – la vita dei residenti e dei turisti è cambiata”.

“Siamo specializzati nel costruire ponteggi in zone impervie. Più le zone sono impervie e più il ponteggio è difficile, più riusciamo ad aiutare il nostro Cliente – spiega Nereo Parisotto, fondatore e Amministratore Unico di Ponteggi Euroedile.

Abbiamo lavorato in molti cantieri in Liguria, più di una cinquantina di ponti e viadotti. Quando la Ditta Appaltatrice ci ha chiamato abbiamo subito capito l’importanza di far tornare alla normalità una cittadina amata dai turisti e che a causa della mareggiata era impossibile da raggiungere se non via mare.

L’abbiamo ultimata in soli cinque giorni per consentire ad abitanti e turisti di tornare alla normalità soprattutto per il periodo delle festività di Natale.

È stato il nostro regalo a una città unica al mondo ma soprattutto ai suoi abitanti che si sono rivelati delle persone straordinarie per ospitalità e intraprendenza”.