Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Stabilizzazione senza compromessi

Per la nuova FAE STABI/H le attività più impegnative - come la realizzazione di strade, autostrade, tracciati ferroviari, aree di parcheggio, zone commerciali, impianti industriali e altre opere infrastrutturali - non hanno segreti

sfondo fae

La STABI/H è la stabilizzatrice professionale top di gamma all’interno delle proposte FAE per il mercato Construction.

Si tratta di un modello di ultima generazione per trattori da 300 a 500 CV che raggiunge una profondità di lavoro fino a 60 cm ed è concepita per le attività più impegnative: realizzazione di strade, autostrade, tracciati ferroviari, aree di parcheggio, zone commerciali, impianti industriali e altre opere infrastrutturali.

Il robusto design, il rotore di nuova concezione e l’innovativo sistema portautensili sviluppato da FAE garantiscono lunghe sessioni di lavoro in ogni condizione e con un’efficienza impareggiabile.

La FAE STABI/H è disponibile in quattro versioni: la 225 e 250 per trattori da 300 a 400 cavalli e la versione HP (High Power) 225 e 250 per trattori da 350 a 500 cavalli (https://www.fae-group.com/prodotti/construction/co-testate-a-presa-di-forza-meccanica/stabilizzatrici/stabi-h-stabi-h-hp?utm_source=S&A&utm_medium=media%20portal&utm_campaign=stabi%20H).

La STABI/H/HP 250: un caso pratico

Una STABI/H/HP 250 fa parte del parco macchine della Steppe Tief- und Strassenbau GmbH, un’Azienda privata della Baviera (Germania) specializzata nel campo delle costruzioni stradali, degli scavi e del movimento terra, che può vantare un fatturato di 10 milioni di Euro e 45 dipendenti.

  • granulometria
    1 fae
    1. La nuova STABI/H è per trattori da 300 a 500 CV
  • Fendt
    2 fae
    2. Il binomio FAE STABI/H/HP 250 e Fendt 1046 della Steppe Tief- und Strassenbau

La STABI/H/HP-250 è stata acquistata nell’Agosto del 2020: nella scelta, ha rivestito un ruolo di primo piano la capacità del modello “HP” di adattarsi a trattori di grande potenza. La Steppe Tief- und Strassenbau dispone infatti di un trattore molto speciale: un nuovo Fendt 1046 personalizzato. La sua livrea nera attira l’attenzione tanto quanto i suoi 460 cavalli di potenza.

La STABI/H/HP, abbinata al trattore Fendt, è stata subito impiegata all’interno di un cantiere che si trova a Hermaringen, una località situata qualche chilometro a Nord della città di Ulma. Siamo quindi andati a seguire la macchina sul campo riportando le impressioni degli addetti ai lavori, in particolare dei Titolari della Ditta, il Sig. Norbert Steppe e il figlio Lukas.

“La nostra commessa era incentrata sull’attività di stabilizzazione del suolo con compattamento di un ingente volume di terra per realizzare l’ampliamento di un’area industriale. Un lavoro di grandi dimensioni essendo l’area totale da stabilizzare grande più di 17.000 m²” – spiega Norbert Steppe. “Il materiale da riciclare è stato trasportato in loco direttamente dal Cliente e suddiviso in diversi strati.

Le operazioni di cantiere sono state organizzate in quattro fasi diverse, ciascuna con una produzione giornaliera di circa 3.000-6.000 m². Come legante abbiamo utilizzato in totale 400 t di un prodotto della Ditta Schwenk, fresando poi il terreno in passate di 50 cm di spessore.

Si è trattato, quindi, di un lavoro di stabilizzazione pura. La terra trattata era un materiale di scavo contaminato che, dopo la stabilizzazione, ha raggiunto una granulometria ottimale, il tutto operando a una velocità di 0,6-0,8 km/ora con un consumo di carburante pari a 35-45 l/ora”.

Il cantiere portato a termine senza difficoltà ha permesso alla STABI/H/HP 250 di conquistarsi la fiducia del Team Steppe, che si dichiara entusiasta del risultato raggiunto. “Siamo molto soddisfatti della nostra FAE: i requisiti della STABI soddisfano completamente le nostre esigenze per quanto riguarda le operazioni di movimento terra” – afferma Steppe. 

  • stabilizzatrice
    3A fae
    3A. La STABI/H ripresa in varie angolazioni
  • opere infrastrutturali
    3B fae
    3B. La STABI/H ripresa in varie angolazioni
  • STABI/H/HP 250
    3C fae
    3C. La STABI/H ripresa in varie angolazioni

La STABI/H nel dettaglio

Caratteristica saliente della STABI/H è la camera a geometria variabile con rotore mobile, per una stabilizzazione a basso assorbimento di potenza, soluzione che permette di affrontare anche i lavori più impegnativi, soprattutto i terreni particolarmente duri per la presenza di sassi. La camera a geometria variabile permette di penetrare il suolo solamente con il rotore, che è regolabile idraulicamente dalla cabina del trattore.

Il volume della macchina risulta così variabile: più si lavora in profondità, più aumenta il volume della camera. Rispetto a una macchina che affonda con il telaio nel terreno, la camera a geometria variabile riduce gli sforzi di trazione, favorendo una riduzione dei consumi di carburante, un incremento della velocità operativa e quindi un maggior risparmio di tempo.

Anche la trasmissione integrata nel rotore consente di lavorare il terreno con estrema precisione. La qualità costruttiva si riscontra in particolari come le protezioni interne e laterali e nelle piastre antiusura intercambiabili in Hardox®, ma anche nel telaio completamente chiuso e antipolvere. 

Dotazioni di serie

Tra le dotazioni di serie riveste un ruolo di primo piano il cofano posteriore idraulico con nuovo sistema anti-intasamento per un’alta produttività e un minor consumo di carburante.

Ricordiamo poi le catene di protezione a piastre avvitate, la trasmissione a cinghie Poly Chain®, il kit raffreddamento riduttori laterali, la scatola ingranaggi con ruota libera, il cardano senza limitatore di coppia, i cardani laterali con frizione, la scatola ingranaggi con raffreddamento dell’olio (versione HP), i mozzi rotore avvitati in acciaio forgiato, le slitte d’appoggio regolabili e la lama dosatrice. 

  • stabilizzazione
    4 fae
    4. La STABI/H è particolarmente adatta per l’impiego stradale
  • terreno
    5 fae
    5. Una fase della stabilizzazione di un terreno sassoso

Gli optional

Tra gli optional più interessanti è senz’altro da citare il sistema automatico FCS – Full Control System per l’ottimale miscelazione del suolo e la gestione dell’umidità: una soluzione unica FAE dedicata ai Clienti più esigenti.

L’FCS è un sistema composto da ugelli a regolazione elettronica, una pompa autoadescante con azionamento idraulico, valvole proporzionali per la regolazione del flusso di erogazione dell’acqua, display di controllo per settaggi e diagnostica e stato operativo della macchina.

La STABI/H può inoltre essere dotata dell’impianto iniezione acqua WSS – Water Spray System High Flow, un optional dalla doppia funzione di raffreddamento e miscelazione. La funzione di raffreddamento limita la temperatura del rotore e degli utensili a contatto con il materiale da stabilizzare, impedendone il surriscaldamento.

Risulta inoltre molto utile per le operazioni di stabilizzazione in cui il terreno e l’agente stabilizzante vengono miscelati con l’acqua. In questa fase, infatti, l’aggiunta dell’acqua nella camera di miscelazione migliora l’amalgama tra agente stabilizzante e terreno, ottimizzando il risultato del lavoro di consolidamento.

Tra gli altri optional ricordiamo la possibilità di avere il rotore con utensili opzionali, il terzo punto idraulico e le bandelle dosatrici ammortizzate. 

  • Hermaringen
    6 fae
    6. Una fase del lavoro di stabilizzazione presso il cantiere di Hermaringen (Germania)
  • Fae Group
    7 fae
    7. Un’altra foto tratta dal servizio fotografico della Ditta Steppe

Gli utensili disponibili

La FAE STABI/H permette infine di montare un’ampia scelta di utensili speciali, avvitati con placchette antiusura, intercambiabili e adatti a diverse applicazioni. Ad esempio, i nuovi utensili A/3 (standard) e A/3/HD (opzionale), oltre alla gamma F/3 e F/3/R (opzionali).

La STABI/H si rivela quindi la scelta ideale per chi cerca una soluzione di stabilizzazione senza compromessi, per chi deve stabilizzare terreni particolarmente sassosi e desidera avvalersi di una testata di ultima generazione, affidabile e di alta qualità, adatta a trattori fino a 500 cavalli.

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <