Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Grandi prestazioni in cantieri di piccole dimensioni

La MTL 225 di FAE assicura massima versatilità e prestazioni eccezionali per la realizzazione di strade bianche, piste ciclopedonali e altri interventi su superfici contenute

FAE MTL 225

Nei cantieri di piccole e medie dimensioni, poter contare su un attachment multifunzione compatto e versatile può fare la differenza. È il caso della FAE MTL 225: un modello per trattori con potenze tra i 140 e i 240 CV in grado di frantumare sassi, fresare asfalto e roccia e stabilizzare terreni, tutto in uno.

La FAE MTL 225 (https://www.fae-group.com/prodotti/construction/co-testate-a-presa-di-forza-meccanica/multifunzione/mtl) ha una profondità massima di lavoro di 28 cm e una serie di caratteristiche tecniche che la pongono ai vertici della sua categoria nonché la scelta ideale per i Professionisti del settore stradale. 

Una camera a geometria variabile

Una delle principali caratteristiche della MTL 225 è il telaio mobile: una soluzione tecnologica unica nel settore, che permette di penetrare il suolo solamente con il rotore e di impostare con precisione la profondità di lavoro da raggiungere. Il telaio mobile è infatti regolabile idraulicamente dalla cabina del trattore grazie all’ausilio dell’indicatore di profondità, che permette una valutazione ottimale e precisa della profondità raggiunta, senza doversi affidare esclusivamente al controllo visivo.

Il volume della camera risulta quindi variabile: più si lavora in profondità, più se ne aumenta il volume. Rispetto a una macchina che affonda con il telaio nel terreno, la camera a geometria variabile riduce gli sforzi di trazione, favorendo la riduzione dei consumi di carburante, l’incremento della velocità operativa, una più efficiente miscelazione e un risparmio di tempo e denaro.

FAE MTL 225
1. La FAE MTL 225

L’impianto di iniezione ad acqua “Water Spray System”

In caso di terreni particolarmente aridi, l’impianto di iniezione ad acqua è un optional che si rivela prezioso: migliora infatti l’efficienza nella stabilizzazione erogando all’interno della camera a geometria variabile il giusto grado di acqua o legante in relazione all’umidità ottimale della terra da trattare e alla quantità di legante utilizzato.

Il sistema “Water Spray System” riduce inoltre i costi legati all’usura della macchina, perché limita la temperatura del rotore e degli utensili durante il lavoro di fresatura dell’asfalto, evitandone il surriscaldamento. 

Piccola, ma “FAE” in ogni dettaglio

La MTL 225 può contare non solo su importanti innovazioni tecniche ma anche sulla ben nota qualità costruttiva FAE. Le protezioni interne del telaio, avvitate sia centralmente che lateralmente, rendono la macchina robusta e affidabile, mentre dettagli come la griglia regolabile sul cofano e la controlama regolabile in Hardox® consentono ottimi risultati in termini di triturazione. Inoltre, la scatola centrale a inclinazione regolabile è pensata per favorire un accoppiamento ottimale con ogni tipo di trattore presente sul mercato. 

Le dotazioni di serie

La FAE MTL 225 ha una ricca dotazione di serie che comprende il cardano con limitatore di coppia, la doppia trasmissione ad ingranaggi, il portautensili in acciaio forgiato con trattamento termico, il telaio in Weldox® completamente chiuso antipolvere, la controlama intercambiabile avvitata in acciaio Hardox®, i mozzi rotore avvitati in acciaio forgiato, le protezioni interne al telaio avvitate intercambiabili in acciaio Hardox®, la griglia posteriore regolabile, il cofano posteriore regolabile idraulicamente e la lama dosatrice sul cofano posteriore con ammortizzatori di livellamento e precompattazione. 

Gli optional

Sono disponibili a richiesta catene di protezione a piastre avvitate, l’impianto di iniezione ad acqua Water Spray System, il terzo punto idraulico e la possibilità di equipaggiare il rotore con utensili opzionali.

FAE MTL 225
2. La fresatura di una strada comunale

In cantiere con slurry: tre casi pratici

Ma qual è il comportamento della MTL 225 in cantiere?

L’Impresa stradale Slurry di Udine, specializzata nella realizzazione di pavimentazioni stradali speciali, depolverizzazioni e pavimentazioni stradali ecologiche, ha acquistato da alcuni mesi una FAE MTL 225 e l’ha utilizzata all’interno di diversi cantieri: il primo riguarda la realizzazione della pista ciclopedonale Bologna-Verona, il secondo è un lavoro in subappalto nell’ambito della realizzazione della terza corsia dell’Autostrada A4, mentre il terzo cantiere riguarda la fresatura di una strada comunale.

Il Direttore Tecnico della Ditta, Nicola Lavia, che ha operato con la macchina in tutti i cantieri, ci fornisce alcune impressioni tecniche sulla MTL 225.

Il trattamento di terreno argilloso per la realizzazione di una pista ciclopedonale

La commessa si trova all’interno del cantiere della pista ciclopedonale Bologna-Verona: un percorso di 35 km lungo la vecchia linea ferroviaria, che è stata riconvertita in una pista ciclopedonale.

La Slurry ha lavorato per più di un anno per frantumare il ballast ferroviario, stabilizzare il suolo ed effettuare un esclusivo Trattamento Ecologico Triplo Strato. Nei tratti di terreno non interessati dal ballast è stata utilizzata la nuovissima MTL 225.

“Abbiamo lavorato bene il terreno argilloso” – dichiara Nicola Lavia. “In particolare, abbiamo realizzato una parte di stabilizzazione del fondo a calce e abbiamo impastato il materiale stabilizzato riciclato con un liquido stabilizzatore eco-compatibile, che migliora in modo permanente le caratteristiche geotecniche del terreno, aumentando la portanza e la resistenza a compressione. Della MTL 225 ci è piaciuta la profondità di lavoro e la versatilità, che in cantiere si è rivelata molto utile”.

  • bonifica di terreni
    3 fae
    3. La realizzazione di una pista ciclopedonale
  • Frantumasassi
    4 fae
    4. La bonifica di terreni agricoli con terra umida

La bonifica di terreni agricoli all’interno di un cantiere autostradale

Il cantiere è quello per la realizzazione della terza corsia dell’Autostrada A4, nel tratto tra San Giorgio di Nogaro e Latisana in Friuli. Una superficie di 75.000 m2 nella quale Slurry si è occupata, in subappalto, di frantumazione e livellamento di strade bianche e del risanamento di terreni agricoli. La MTL 225 ha fresato 30.000 m2 di terra e bonificato i terreni agricoli adiacenti all’autostrada fino a una profondità di 25 cm.

In questo cantiere è stata fondamentale la capacità della MTL 225 di lavorare terra particolarmente umida, perché trovandosi a ridosso del fiume Tagliamento, i terreni trattati erano spesso invasi dall’acqua. “Ma, grazie alla disposizione elicoidale degli utensili sul rotore e al loro particolare profilo, siamo riusciti a lavorare bene anche un terreno di questo tipo” – commenta Lavia.

Fresatura con impianto ad acqua di una strada comunale

In questo caso, la MTL 225 ha eseguito la fresatura di una strada comunale a Lugo di Ravenna composta da una vecchia massicciata e da uno strato superiore di asfalto. Il desiderio del Committente era di abbassare il livello del piano stradale fin sotto la massicciata, fresandola insieme all’asfalto.

“Con la MTL 225 abbiamo fresato in una giornata 1.100 m2 di strada” – dice Nicola Lavia. “Grazie all’impianto di iniezione ad acqua Water Spray System, siamo riusciti ad evitare il surriscaldamento della macchina, che ha dovuto affrontare uno strato di asfalto di 7 cm, oltre alla pietra della massicciata. L’impianto ad acqua ci ha permesso non solo di lavorare più velocemente, ma anche di preservare la macchina dall’usura”.

Cantiere
5. La STABI/H/HP in cantiere

FAE rinnova la gamma delle stabilizzatrici: nasce la STABI/FRS e si evolve la STABI/H

Produttività e qualità della lavorazione caratterizzano i quattro nuovi modelli STABI/FRS, STABI/FRS/HP, STABI/H, STABI/H/HP di FAE, nati per rispondere in modo specifico a ogni tipo di esigenza di cantiere.

Il tutto all’insegna della solidità tipica delle testate FAE che, grazie alla scelta dei materiali più affidabili e alle soluzioni costruttive più innovative, consente alle nuove STABI di non temere nemmeno i terreni con presenza di sassi.

La STABI/FRS e la STABI/FRS/HP sono l’essenza della stabilizzazione: Fix Rotor System, profondità di lavoro fino a 50 cm, abbinabili a trattori da 300 a 500 CV. Adatta sia a cantieri di piccole dimensioni che a importanti opere infrastrutturali, la STABI/FRS presenta un rotore di nuova concezione che facilita la stabilizzazione in profondità con ridotto assorbimento di potenza.

La nuova camera di miscelazione consente di lavorare ogni tipo di terreno garantendo sempre una qualità finale eccellente. Il telaio strutturale nonché l’uso di materiali specifici come tungsten-carbide e Hardox si traducono in un’ottima resistenza all’usura.

La STABI/H e STABI/H/HP rappresentano la stabilizzazione professionale senza compromessi: camera a geometria variabile, profondità di lavoro fino a 50 cm, per trattori da 300 a 500 CV.

Stabilizzatrice di nuova generazione, la STABI/H è concepita per le attività più impegnative: realizzazione di strade, autostrade, tracciati ferroviari, aree di parcheggio, zone commerciali, impianti industriali e altre opere infrastrutturali.

  • STABI/H
    6A fae
    6A. La STABI/H si evolve
  • Stabilizzazione
    6B fae
    6B. La STABI/H si evolve
  • FAE Group
    6C fae
    6C. La STABI/H si evolve

Il robusto design, il rotore di nuova concezione e l’innovativo sistema di portautensili sviluppato da FAE garantiscono lunghe sessioni di lavoro in ogni condizione e con un’efficienza impareggiabile. La camera a geometria variabile e la trasmissione integrata nel rotore consentono di lavorare il terreno con estrema precisione e qualità.

Per tutti i modelli FAE mette a disposizione i nuovi utensili A/3 (standard) e A/3/HD (opzione), oltre alla gamma F/3 e F/3/R (opzionali).

Entrambe le gamme possono inoltre essere equipaggiate con il sistema automatico FCS (Full Control System) per l’ottimale miscelazione del suolo e la gestione dell’umidità (opzionale), una soluzione unica FAE dedicata ai Clienti più esigenti.

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <