Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Una vera industria del conglomerato

Il forte impulso che la Società Bitux ha voluto dare al suo settore stradale si è tradotto nell’acquisizione del nuovo impianto per la produzione di conglomerati bituminosi Benninghoven BA 5000

sfondo benninghoven

La forte crescita di lavori, la necessità di garantire la massima qualità del prodotto finito anche con alte percentuali di fresato, la richiesta di prodotti sempre più innovativi, la necessità di garantire il massimo rispetto dell’ambiente: tutto questo si è concretizzato con la decisione, da parte della Società Bitux SpA, di acquistare il nuovo impianto Benninghoven Competence BA 5000.

  • benninghoven
    1 benninghoven
    Questo impianto è il risultato di un lungo studio del mercato e dalla analisi di quanto poteva essere offerto
  • impianto
    2 benninghoven
    L’impianto Benninghoven Competence BA 5000
  • emissioni
    3 benninghoven
    Il cilindro essiccatore e il sistema di gestione delle aspirazioni
  • essiccatore
    4 benninghoven
    Il granulatore per materiale fresato Benninghoven MBRG 2000-2
  • materiale
    5 benninghoven
    Il bruciatore brevettato per la gestione di emissioni diffuse
  • fresato
    6 benninghoven
    Il gruppo dosaggio a tre selezioni di fresato

Il nuovo impianto Benninghoven Competence BA 5000

Questo impianto è il risultato di un lungo studio del mercato e dalla analisi di quanto poteva essere offerto: la potenzialità di 400 t/ora ha convinto il Titolare della Bitux SpA – Sig. Luigino Valle – a cambiare completamente il modo di produrre il conglomerato e a riorganizzare la propria Società dal punto di vista della produzione del conglomerato bituminoso.

In realtà, l’Azienda aveva iniziato l’analisi dei possibili miglioramenti e delle ottimizzazioni realizzabili nel ciclo produttivo dalla lavorazione del fresato già da oltre un anno: la visita di vari cantieri italiani ed esteri aveva chiaramente mostrato la corretta direzione.